Diciamoci la verità, questi cosmetici nell’aspetto sono tutti uguali. Se per consistenze, colori, brand e ingredienti abbiamo un infinito numero di combinazioni possibili da sperimentare, nel packaging è tutto così noioso.

Se volete cambiare prospettiva Lush è in prima linea in ogni follia e da poco più di un anno è nata Emotional Brilliance, la prima collezione makeup del brand inglese. Nomi un po’ leziosi e bon ton (Fantasia, Determinazione, Passione solo per citarne alcuni) diversi dalla solita ironia e un packaging essenziale ed accattivante nello stesso tempo, piccoli flaconi di vetro come fossero provette di colore in laboratorio.

La linea è composta da ombretti, eyeliner, rossetti e un mascara tutti con la targhetta in bella calligrafia e l’applicatore nel tappo che sembra un contagocce.

Gli ingredienti sono principalmente naturali: infuso di petali di rosa per ombretti e eyeliner, olio di jojoba nei rossetti e infuso di erba di grano fresco; negli ultimi posti dell’Inci, quelli riservati agli ingredienti in quantità minore, appaiono i parabeni, ma tutto sommato poco preoccupanti.

Emotional brilliance, make up by Lush

Ricercatezza è un taupe leggermente satinato, molto elegante, cremoso, facile da stendere e sfumare. Applicatene una piccola quantità al centro della palpebra con l’applicatore e poi stendete con il polpastrello dell’anulare o mignolo, mai indice o medio perché applichereste troppa pressione e strapazzare il contorno occhi è peccato gravissimo. Le zampe di gallina vengono fuori quando meno me l’aspettate e spaventano tantissimo.

Ricercatezza, ombretto in crema della linea Emotional Brilliance by Lush

Ricercatezza, ombretto in crema.

Autostima, invece, è un borgogna intenso con un pizzico di viola, da stendere sulle labbra con l’applicatore, con un pennello, ma anche col polpastrello.

Autostima, rossetto liquido della linea Emotional Brilliance di Lush.

Autostima, rossetto liquido.

Nel caso di palpebre oleose utilizzate un primer, altrimenti Ricercatezza può garantirvi 4-5 ore senza righine, d’effetto sia da solo che come base per pigmenti minerali tono su tono. Il rossetto Autostima va steso su labbra ben levigate e idratate, altrimenti tende a non avere un aspetto uniforme, grumi annessi, ma nulla vi vieta di utilizzarlo come ombretto o blush in crema e la resa è quasi analoga a Ricercatezza.

Make up Emotional brilliance, Lush.

In alto Autostima, in basso Ricercatezza.

La realtà è che questa linea ha un solo enorme difetto: il costo. Lasciate che parta il sad trombone, lasciate che suoni per ore. Sono circa 18 euro per ciascuna delle piccole bottigliette, ottimo per un regalo d’effetto, ma francamente scoraggiante per chi progetta una transizione verso i prodotti completamente naturali o anche per chi, semplicemente, s’è invaghita di un nome o di una colorazione.

Eppure nei punti vendita l’esperienza di scelta è divertente e tentatrice, una bella tavolozza di colori di legno, applicatori monouso per il testing, sempre avvolte dai profumi tipici del brand. Il consiglio? Regaliamoci un ombretto ogni tanto, e poi occhio ai saldi, c’è sempre un 50% che aspetta solo noi.

I prodotti Lush sono tutti rigorosamente cruelty free.