Sole vuol dire estate, abbronzatura, vacanze, ma soprattutto crema solare.
Non fate quella faccia, non sarà una ennesima predica la nostra, di quelle che ti fa una mamma prima di uscire, «Hai preso le chiavi di casa? E la crema solare te la sei messa?», però, credeteci, la crema solare è il cosmetico più importante dell’estate, l’unico che porteremmo con noi se ci chiedessero di scegliere un solo prodotto in una ecatombe generale dei nostri averi cosmetici.

Per avere una visione generale del mondo delle creme solari vi rimandiamo a questa panoramica, così da scegliere quella che fa più al caso vostro.

Oggi, però, vi parliamo della scelta che abbiamo fatto noi per l’estate 2013, perché è sempre bene sperimentare pur mantenendo il focus sulla protezione.

Bilboa è un marchio storico del mondo della protezione solare e dopo anni alla ribalta torna con nuove formulazioni più resistenti che proteggono sia dai raggi UVA che UVB. La gamma dei prodotti Bilboa comprende creme solari, doposole e i famosissimi Docciabronze. Il packaging è sempre lo stesso, per chi è cresciuto negli anni 90 è praticamente una sicurezza, e potete scegliere, a seconda della vostra pelle, tra la linea Carrot per le amanti dell’abbronzatura importante, Burrocacao con una più una intensa azione idratante e gli Oli solari per chi è già sulla buona strada dell’abbronzatura sana.

Bilboa crema solare bimbi 50

La prova su strada di Cosebelle è però dedicata a chi ha la pelle molto chiara, delicata, con nei da proteggere, e facile alle scottature. La scelta potrebbe sembrare curiosa, ma si è rivelata vincente: Bilboa Bimbi, latte solare antiscottature 50+, presente anche nella versione 30+.

Bilboa crema solare bimbi 50 Cosebelle magazine Bilboa crema solare bimbi 50 Cosebelle magazine

A volte non è facile portare addosso una protezione 50, molto pastosa e opprimente, soprattutto quando la si usa in città e non al mare e allora abbiamo pensato: se è formulata per i bambini figuriamoci se non piace anche agli adulti.
Beh, avevamo ragione. Questa protezione solare è profumata, ma non eccessivamente, protegge in maniera impeccabile, non crea pasticci quando se ne applica un secondo strato a distanza di tempo e non vi dà quel pallore da “ho messo troppa crema”. Si è rivelata la scelta vincente da portare in borsa e usare in città, perché non è che il sole c’è solo in spiaggia.

Abbiamo abbinato, poi, il classico Doposole Sun nel caso di esposizione prolungata, e un Docciabronze all’arancia amara per non togliere via quel poco di colore che abbiamo conquistato.

Bilboa Doposola cosebelle magazine review Bilboa docciabronze cosebelle magazine review

Ricapitolando:se avete la pelle molto sensibile e della abbronzatura non vi importa molto affidatevi a questa protezione 50 e andate sul sicuro, se invece volete comunque raggiungere un colorito abbronzato passate pure alla protezione 30 dopo i primi giorni di esposizione.

Le raccomandazioni di Cosebelle:
Ricordatevi che la protezione totale non esiste, per cui riapplicate la crema solare almeno ogni ora, dopo ogni bagno se siete al mare. Non dimenticatevi che anche nelle passeggiate in città la crema solare va applicata con certosina dedizione e, infine, il super classico che non tramonta mai: non esponetevi al sole nelle ore più calde (niente sole dalle 11 alle 16).
Buona abbronzatura 2013 a tutte!