Guida ragionata all’acquisto compulsivo, seconda puntata.

I gloss appiccicano le labbra e questa è una verità universale inconfutabile. Il livello di “appiccicume” aumenta quanto più è scadente la qualità del prodotto, ma – questo è sempre da sottolineare – non sempre il prezzo è un buon indicatore.

Per questa nuova puntata dei colpi di testa ragionati, però, lasciamoci di nuovo andare al richiamo del lusso scongiurando il rischio fregatura.

Se Christian ci sapeva fare con la moda, non sono da meno i suoi “eredi” del settore make up che confezionano dei gloss gioiello, anzi, dei gioielli di gloss.

Il prodotto è quasi una tinta per labbra in preziose confezioni dal pratico applicatore a pennellino (lode, lode al pennellino, morte e distruzione per la spugnetta!).

Tubetti inconfondibili, con uno tappo metallizzato dalla insolita forma a pomello, poche ma strepitose tonalità di colore, provate i Dior Addict Ultra-gloss tanto per cominciare.

Di recente hanno migliorato la formulazione, rendendoli ancora più efficaci in termini di resa del colore e di effetto rimpolpante. Fino a poco tempo fa si trovava ancora nelle profumerie la colorazione Little red dress, un rosso fragola con brillantini leggerissimi, ma super riflettenti.

La garanzia è una ed è fondamentale: niente labbra incollate….a meno che per il troppo entusiasmo non vi trucchiate le labbra con l’intera boccetta.