(piccoli trucchi naturali)

Siamo abituati a comperare il dado già pronto scegliendo tra la vasta gamma dei prodotti che l’industria alimentare ci propone.

La domanda però nasce spontanea, ci fidiamo davvero di quello che si trova dentro un dado?

Il primo ingrediente spesso è il sale, poco costoso ma in grado di conferire sapore alla preparazione, poi tutta una serie di grassi idrogenati ed una percentuale esigua di verdure ( il 10 % circa). Un dado fatto in casa è privo di grassi, la verdura è l’ingrediente principale e una volta pronto si conserva per mesi.

A questo aggiungete che è facilissimo da fare e fornisce un valido aiuto in molte preparazioni.

Dal risotto, alla minestra, dalle verdure stufate, fino allo spezzatino. Un po’ di dado aiuta a migliorare il gusto senza aggiungere grassi.

Che ne direste se vi fornissimo la ricetta per fare un dado fatto in casa sano e sicuro?

Ingredienti:

– 200 gr di cipolla

– 200 gr di carote

– 200 gr di sedano

– 200 gr di zucchine

– 200 gr di sammarsani maturi

– 100 gr di sale grosso

– 20 gr di erbe aromatiche ( salvia, maggiorana, timo anche essiccati)

Dopo aver lavato accuratamente le verdure,le tagliamo a pezzetti e le mettiamo in una pentola capiente con il sale e le erbe aromatiche. Facciamo cuocere a pentola coperta e fuoco delicato per un’ora dal momento in cui spunta il bollore.

Non bisogna aggiungere acqua al composto in quanto il sale provvederà a far fuoriuscire dalla verdure la loro acqua di vegetazione.

A metà cottura togliamo il coperchio lasciando evaporare il liquido.

Quando il preparato è ancora caldo lo frulliamo.

A questo punto passiamo a conservare il nostro dato con il metodo che preferiamo: nei soliti vasetti di vetro oppure in freezer, in comodi stampini per il ghiaccio che ci permettono di avere delle pratiche porzioni.

Cominciamo a spiegare come possiamo sterilizzare in modo veloce e sicuro i nostri barattoli.

Dopo averli lavati accuratamente,li riempiamo per metà con dell’acqua e li mettiamo nel microonde per 4-5 minuti alla massima potenza.

I coperchi invece si fanno bollire per 15 minuti in un pentolino con acqua.

E’ importante che al momento del travaso del dado nel barattolo entrambi siano bollenti. Versare il dado in un vaso freddo potrebbe causarne la rottura.

Anche il coperchio dovrà essere caldo.

Una volta riempiti i vasetti ed averli chiusi col coperchio, si mettono a testa in giù per far fuoriuscire eventuale aria.

Si lasciano raffreddare e si conservano in dispensa per oltre 6 mesi.

Una volta aperto il barattolo si conserva in frigo per un mese circa.

Una versione ancora più pratica per la conservazione del nostro dado? In freezer!

Basterà riempire un contenitore con il nostro dado e lasciarlo congelare.

Il sale presente consentirà al composto di non solidificarsi completamente e rendere agevole il prelevamento della quantità desiderata di preparato mediante un cucchiaio.

Il freezer garantisce anche l’eliminazione di eventuali tossine grazie alla bassa temperatura.

Niente scuse! Prendetevi cura di ciò che vi mettete nel piatto.

Il cibo è la prima vera medicina.