IL CALENDARIO DELL'AVVENTO DI COSEBELLE MAG_IreneServillo_CosebelleMag_Natale2014

Illustrazione di Irene Servillo per Cosebelle Mag

IL MIO FILM DEL 2014: Il pianeta verde di Coline Serreau

Pianeta Verde

Il pianeta verde di Coline Serreau

Quando possiamo dire di avere tutto? Che quello che abbiamo sia veramente quello di cui necessitiamo?

Domande che nascono spontanee dopo la visione de Il pianeta verde, un film francese del 1996 diretto da Coline Serreau. L’ho scoperto pochi mesi fa ed è stato una rivelazione. Nel 1996 avevo 16 anni e forse da adolescente immatura e sognatrice, queste tematiche qui mi parevano lontanissime. L’ho visto quasi venti anni dopo la sua uscita e ne sono rimasta colpita dall’attualità delle tematiche, affrontate tutte in chiave umoristica, dei problemi del mondo occidentale come la frenesia, l’abuso di comando,l’inquinamento, ed il consumo selvaggio delle risorse naturali e degli spazi.

Consiglio la visione anche se “datato” perché terribilmente attuale, offre molti spunti di discussione, soprattutto in questo periodo in cui accusiamo il malessere dell’occidente dove tutto è dettato dal consumo e dall’abuso, questo film fa riflettere, con ironia tagliente, sulla nostra realtà quotidiana.

Il pianeta verde (italiano) from Matteo Gracis on Vimeo.

IL MIO 2014 IN UN’IMMAGINE

Podismo  foto by Cristina

Podismo
foto by Cristina

L’immagine del mio 2014 è un collage che racconta il mio anno da podista o quasi, fatto di marce alla mattina presto della domenica, con la pioggia, con la nebbia, col fango, col freddo, col tiepido sole ancora appisolato. Si cammina o si corre, si parte col gruppo, qualche pezzo lo si fa da soli, ci si ascolta, ci si osserva, un pò ci si sfida, si è in tuttuno con se stessi e con la natura. Quest’anno ho imparato un pò a fregarmene e a lasciare andare le cose che non vanno; tra le tante cose che mi hanno aiutato a fare questo il podismo rimarrà tra quelle piccole avventure della domenica mattina che hanno lasciato il segno (eh si, qualche volta anche un pò di raffreddore!)

LA MIA CANZONE DEL 2014:  Voglio una pelle splendida degli Afterhours 

www.onstageweb.com

www.onstageweb.com

Più che una canzone questo è stato l’anno, l’ennesimo, degli Afterhours e il loro tour Hai paura del buio? (visto ben due volte nell’arco di pochi mesi). Ascoltati in modalità repeat per buona parte del tempo in macchina, a casa, in viaggio, nei momenti un pò “out e un pò in”. Ci sono gruppi o canzoni che li avverti come delle cure, degli antidoti per quel malessere o momenti difficili, che li usi come sostegno e ti senti forte, più sicuro, meno banale. La canzone incontrastata e più conosciuta di questo gruppo è Voglio una pelle splendida e nonostante sia anche la più “passata” alla radio è, e rimane, la mia canzone del 2014. E poi avere “una pelle splendida” è il sogno di tutte!