Anche se il gelo polare non accompagna le giornate che precedono il Natale e la Vigilia non si presenta alla nostra porta indossando un cappello rosso cosparso di fiocchi di neve, non possiamo non associare la festa più attesa dell’anno con la voglia di calore, sia prettamente sensoriale, come quello emanato da un camino crepitante, sia sublimamente interiore, come quello sprigionato da un bacio vibrante o dalle pagine di un libro evocante ricordi di fanciullezza.

IL CALENDARIO DELL'AVVENTO DI COSEBELLE MAG_IreneServillo_CosebelleMag_Natale2014

Illustrazione di Irene Servillo per Cosebelle Mag

IL MIO NATALE LOW COST: un regalo entro i 1o euro
Vi propongo un’idea davvero a basso budget per “vestire” di caldo feltro o pannolenci un regalino che, poiché frutto del lavoro delle vostre mani,  non potrà non essere apprezzato dal destinatario. Pronti per mettervi all’opera?

Tutorial sacchettino natalizio

Sacchettino natalizio DIY

– Tagliate un rettangolo di feltro grigio, di spessore medio, nelle dimensioni di 11 cm x 30 cm.
– Cucitelo ai lati con cotone moulinè della stessa nuance del feltro, poi rivoltatelo. Ecco il vostro sacchettino!
– Disegnate la sagoma di una stella alpina e usatela come forma per ritagliarne due, uguali, su feltro bianco di spessore sottile.
– Unite le due stelle, in modo che i petali risultino sfalsati, e cucitevi al centro, con filo bianco, tre perline.
– Appuntate il fiore, così ottenuto, al centro del sacchettino, verso la base. Chiudete con un nastro bianco, io ne ho scelto uno con pois tono su tono, formando un fiocco.

Cosa inserirvi dentro? Le opzioni sono infinite: scaglie di sapone o fiori di lavanda, per creare un profuma biancheria; un infuso di tea o tisana; uno smalto scarlatto; uno specchietto da borsetta, un bigliettino scritto di vostro pugno… insomma è l’occasione adatta per riempire di fantasia e amore un piccolo e delizioso contenitore di sogni!

 

IL MIO NATALE LOW COST: un regalo entro i 30 euro
Se avete in mente di spendere un po’ di più, restando, tuttavia, entro limiti ragionevoli, regalate una carezza di cotone, candida e romantica come una nevicata che imbianca i tetti e ricopre, con la sua coltre, strade illuminate a festa. Ecco, per voi, una proposta estremamente femminile, in cui tradizione e moda contemporanea si coniugano: un set, composto da orecchini, bracciale e portachiavi, realizzato interamente handmade, da scartare e indossare subito, per sentirsi in armonia con l’atmosfera natalizia.

Creazioni: Il pettirosso a pois

Set handmade, composto da orecchini, bracciale e portachiavi

IL MIO LIBRO DEL  2014: Heidi di Johanna Spyri

Heidi, di Johanna Spyri

Heidi di Johanna Spyri

Davvero arduo scegliere un libro per me, che mi occupo di recensione ed editing, che tengo un corso di scrittura creativa e che sono una lettrice appassionata e accanita. E’ come chiedere ad una madre di designare il più bello fra i propri figli! Mi affiderò, pertanto, alla dolcezza del ricordo, concedendomi un tuffo nell’infanzia, che a, Natale, rende tutto ancora più magico. Fu mia madre a donarmi il mio primo libro, in occasione del mio terzo compleanno. Si trattava della versione cartacea di un cartone animato, all’epoca da me adorato, ossia “Heidi” di Johanna Spyri, che narra le vicissitudini della bimba dalle guance scarlatte, che si struggeva di nostalgia per i suoi monti della Svizzera, costretta dentro le mura di una lussuosa dimora di Francoforte. Alcuni mesi ne ho acquistato una edizione in inglese, stampata nel 1954, l’anno di nascita di mia mamma. Si sa, il primo libro è come il primo bacio: non si scorda mai!

IL MIO 2014 IN UN’IMMAGINE

Bacio. Foto di Francesca Guerrini

Bacio. Foto di Francesca Guerrini

Se per trovare un solo libro ho dovuto penare, la scelta di un’immagine mi è, invece, facilissima. E’ una foto che risale a marzo, scattata pochi giorni prima delle mie nozze, sullo sfondo di Alghero, la mia città natale. La condividerò con voi, senza aggiungere altre parole, affinchè essa, e non io, abbia voce. Guardatela ed ascoltatela.