La pizza c’è, il mio gruppo Facebook anche, pronta per il sesto live di X Factor.
Quale gruppo? Il gruppo segreto che comprende il gotha della stupidità per scrivere commenti live durante la puntata: me e 10 mie amiche.

Inizia! Cattelan spiega che ci sono 6 cilindri che intrappolano i 6 cantanti che cantano la stessa canzone in 6 generi diversi che cambiano a seconda dei voti del pubblico.
Quanto ha speso la mamma al mercato?

Quella sulla giacca di Fedez sembra la costellazione del Capricorno: forse è la collezione autunno/inverno creata da  Brezsny, un attimo che guardo cosa dice il mio oroscopo.

X Factor – 1° Manche

La prima è Roshelle, vestita come un meccanico, canta Doo Wop di Lauryn Hill.
Domanda: potete cambiarle il trucco o avete solo ombretti color leccalecca al salmone?
Soler esprime un concetto articolato e ricco di significato come “Wow!”.

I Soul System cantano Feel good Inc dei Gorillaz. Li adoro, spero vadano in finale alla faccia di Soler che li aveva scartati.
Soler, per altro, è l’unico a criticare la loro esibizione.
Ma faglielo sapere dietro le quinte, sussurraglielo nell’orecchio, mimalo a gesti, che ti costa? No, come quelle madri odiose che strigliano i figli davanti agli amici, NON SI FA!

Eva con Mad about you dei Hooverphonic. Lei e Loomy si sono fatti lo stesso tatuaggio: la scritta EXTREMO.
Poi, se per un assurdo caso finissero al ballottaggio insieme e uscisse lei, è un attimo trasformare EXTREMO in STRONZO. Indossa un babydoll color cipria che si confonde col suo incarnato.
Fuori il nome della stylist che parliamo di colori.
I giudici la azzoppano.
L’unico che la difende è Agnelli il quale prima dice “non posso lottare contro le orecchie di titanio” e poi chiosa con “lei non ha bisogno di fingere, lei È”.

Loomy rappa su Cheap thrills di Sia. Tommassini crea una scenografia in cui le immagini, oltre a scorrere sullo sfondo, compaiono anche sui vestiti. Dall’inizio di questa edizione l’ha usata almeno SEMPRE.
Agnelli parla della storia di Loomy e gli dice che, nel campionato delle vite sfigate, lui non è primo in classifica perché ci sono altri cantanti più poveracci, che quello non è Uomini e Donne e che scrive sempre le stesse cose. Il suo, in realtà, è un attacco ad Arisa. Lei, orgogliosa della sua laurea a Oxford, conclude con un “Suuucaaaa”.

Andrea Biagioni porta sul palco Wonderwall degli Oasis. È venduto come un pregiatissimo tè indiano ma a me, francamente, pare un infuso ai mirtilli: buono ma niente di che.
Arisa gli dice qualcosa come: “Sembra che tu faccia e che tu non sia”.
La smettete di metterle il Tavernello sotto il bancone?

L’ultima è Gaia con Let it go di James BayArisa cerca di formulare un giudizio partendo dall’ammissione di non avere cultura musicale, che è come se Jeeg Robot d’acciaio dicesse “boh, non so lanciare i missili”.
Infatti Agnelli prende fuoco e le risponde “il diritto all’ignoranza può appartenere solo al pubblico non ad un giudice di X Factor”. Date una medaglia a quell’uomo. O anche un Nobel che mi pare ne avanzi uno.

Arrivano gli Skunk Anansie. La performance di Skin è brutta: forse il collare elisabettiano con gli spuntoni di ferro non la aiuta.

Per reggere la tensione del primo ballottaggio, ingurgito 15 wafer al cioccolato.
Loomy nominato.

 

X Factor – 2° Manche

La seconda manche vanta la presenza di un’orchestra che Soler chiama “band di 30 elementi”. Limortaccidepippo.

Inizia Andrea Biagioni con Please Please Please Let Me Get What I Wantdegli Smiths.

Arriva Roshelle intona No di Meghan Trainor. Accenna due mosse di ballo o forse sta per cadere dai tacchi: onestamente, non si capisce la differenza.
Soler bofonchia: “Eh, sì, alora, pppffff, bueno”.

La terza è Gaia  canta Come foglie di Malika Ayane.
È vestita con gli strass che si mettono sull’albero di Natale e anche la forma del suo abito ricorda un abete. Le manca il puntale in testa a forma di stella.
“La canta meglio Malika” dice Arisa. Il premio #gac di stasera, ovviamente, è suo.

Ecco i Soul System e la loro Where is the love dei Black eyed peas. Bella lì raga.

L’ultima è Eva, con Senza Fine di Gino Paoli.
Anche le mie urla saranno senza fine se va al ballottaggio. Lei bravissima e bellissima.
La scenografia, in compenso, è un’accozzaglia di palle luminose, stop rossi della bicicletta, una croce enorme e penzolante, colline colorate proiettate sullo sfondo.
Fedez la critica e Agnelli risponde “la tua critica fila dritta come un binario ma hai sbagliato binario”. Niente, sintetizzare in “hai detto una cazzata” fa brutto.

Passa a salutare, a presentare la nuova canzone (e a comandare) Rovazzi. Oddio, ma quello appollaiato sulla scala è un redivivo Enrico Papi (!).

Secondo ballottaggio. Altri 15 wafer.
Gaia se la gioca con Loomy.

Arisa elimina Gaia.
Fedez elimina Loomy.
Agnelli elimina Loomy.
Soler elimina qualsiasi dubbio sulla sua pallosità.

Loomy va a casa, io vado a letto.

Ci vediamo qui giovedì prossimo sempre per X Factor!