Possiamo essere in un campo di fiori o in una discoteca,sul set di un film o dentro i nostri incubi.

La parola chiave è intrattenimento. Veniamo risucchiati dai movimenti e dalle geometrie, ma ti senti spacciato nel momento in cui ti rendi conto che ogni immagine può essere ripetuta all’infinito.

Il singolo fa il totale e da questo non c’è scampo.

La musica accompagna la danza.

Non c’è molto da immaginare oltre. Ciò che si vede è esattamente ciò che è.