La setta ogni tanto si prende anche un break.

Così succede che ti ritrovi in viaggio per l’aeroporto, trolley alla mano, occhiali da sole e scarpe comode. Sali sull’aereo, cintura, decollo e atterraggio. Scendi in un posto dove l’aria sa di mare e inevitabilmente le piante vanno ancora più di moda del posto da cui provieni.
È come stare ad una festa all’aperto dove spostandoti da un palco all’altro incontri sempre qualcuno con cui scambiare due chiacchiere. Con cui fare un pezzetto del viaggio. Le orecchie sono in iperstimolazione costante e tu prendi appunti sempre. Per non perderti nulla, o quasi.