Bio Agriturismi Emilia banner 600

Un viaggio rimane dentro di noi solo quando ci regala emozioni. L’autenticità, l’accoglienza, la naturalezza, la convivialità sono le cosebelle che rendono un viaggio indimenticabile. Possiamo soggiornare nell’hotel più lussuoso del mondo, avere un bagno di 10 mq con vasca idromassaggio e piscina con vista panoramica, mangiare prelibatezze, avere una tv a schermo piatto con 3200 canali… e faremo sicuramente una bella vacanza, se però non ci vengono trasmessi entusiasmo e passione l’esperienza sarà bella, ma non indimenticabile.
Nel turismo l’accoglienza è l’aspetto principale, e per accogliere ci vuole passione. Passione per il proprio territorio e per il proprio lavoro. Senza passione si può fornire un alloggio o un pasto, ma non si può accogliere. E’ su questo principio che si fonda il Club d’Eccellenza Accoglienza emiliana – BioAgriturismi: agricoltori, albergatori, contadini, operatori didattici, allevatori, cuochi… tutti uniti dall’amore per la propria terra, l’Emilia.
Denominata Food Valley e Motor Valley, l’Emilia è una terra ricca di tradizioni ed eccellenze: gli antichi centri storici medievali, i castelli e le rocche, le città d’arte, le terme, i musei automobilistici e i prodotti genuini conosciuti in tutto il mondo, come l’aceto balsamico ed il parmigiano reggiano. La cucina emiliana affonda le sue radici nella cultura contadina la cui tradizione viene preservata con cura negli agriturismi biologici emiliani: la cucina di casa, quella contadina di una volta, diventa fonte di piacere e condivisione, in un alternarsi di sapori e di piacevoli chiacchiere.

banner tortelloni

Ospiti Agriturismi Emilia

E’ davanti ad un bicchiere di lambrusco che nel 2010 nasce la rete degli agriturismi biologici emiliani, un’associazione di PERSONE che credono nella sensibilizzazione verso uno stile di vita sostenibile attraverso il turismo rurale, l’agricoltura e l’alimentazione biologica. Oltre ad essere una vera e propria rete di turismo sostenibile a livello locale, alcuni bio agriturismi propongono attività mirate alla valorizzazione della cultura contadina, delle tradizioni emiliane e della storia della propria terra.

Silvia&Nina

Tra le attività proposte segnalo le più interessanti:
– un trekking storico-culturale lungo la Linea Gotica, organizzato da Mario dell’agriturismo Il Palazzino: a Montese il ricordo della 2° Guerra Mondiale è ancora vivo e viene raccontato dalle anziane signore che si incontrano durante il cammino. Un’esperienza indimenticabile sia dal punto di vista naturalistico che culturale.
– i corsi degli antichi mestieri dell’agriturismo Ca de Fra, come il laboratorio di intaglio su legno, di impagliatura della sedia, dei cestai, della fusione del bronzo e della lavorazione della creta.
– le attività per famiglie con bambini dell’agriturismo Le Caselline, come il percorso degli animali della fattoria, il laboratorio del formaggio, di costruzione della tigella, il laboratorio del pane, ma anche escursioni e laboratori espressivi.
– i corsi di cucina tradizionale e cucina senza glutine dell’agriturismo Villabagno di Reggio Emilia.

albero ciliegie

Corso dei cestai

Ogni agriturismo ha le sue peculiarità: c’è l’agriturismo ideale per weekend romantici, tranquillo ed intimo; quello adatto a famiglie con bambini; quello adatto a gruppi di amici; quello sperduto tra i monti e colline e quello in campagna, ma più vicino al paese. Tanti luoghi creati e vissuti da persone diverse, unite però da un obiettivo comune: diffondere uno stile di vita sostenibile attraverso l’accoglienza e la valorizzazione del territorio. Tutti gli agriturismi offrono i prodotti della loro terra, coltivati con metodo biologico: Lambrusco, Pignoletto, Sangiovese, frutta, verdura, miele, marmellate, formaggi, pasta fresca, nocino, grappa, aceto balsamico e tanto altro. Genuinità del cibo e delle persone sono dunque gli aspetti fondanti di questa rete, che ogni giorno attira ospiti alla ricerca di autenticità, natura e relax, per rigenerarsi e per avvicinarsi a uno stile di vita più sano e sostenibile.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Articolo a cura di @Valenelmondo, viaggiatrice responsabile ed esperta di turismo sostenibile. Seguila nei suoi viaggi su Viaggiare Libera e su Facebook.