Giovani designer si raccontano.

Ci capita spesso di descrivere giovani designer emergenti raccontando ciò che vediamo attraverso i loro abiti. Capita meno spesso invece, di poter guardare gli abiti di un brand attraverso le parole di chi ne tesse le fila. Oggi parliamo di Hebe, un progetto di moda scritto a otto mani, che unisce la freschezza delle giovani stiliste alla passione antica per i materiali tessili. In attesa della nuova campagna SS2013, vediamo cosa questa ragazze ci raccontano di loro e del loro brand.

Cos’è Hebe e come nasce il vostro progetto creativo?

Quattro menti e modi diversi di pensare, sperimentare, creare. Quattro sguardi, poliedrici e versatili. Una passione e una grande dedizione condivise. Siamo tutte di Roma, diplomate all’Accademia di costume e moda e alla European School of Economics. Ognuna di noi ha avuto diverse esperienze lavorative, sia in Italia che all’Estero. Valentino a Roma, Roberto Cavalli e Vera Wang a New York, Sanremo ed il Festival del Qatar in Medio Oriente. Poi, il conseguimento di diversi premi, in concorsi di fama internazionale, tra cui “ Primo Premio Mittel Moda The Fashion Award”, “Premio Camera Nazionale della Moda Italiana”, “Premio Blackberry”, secondo Posto al “ Final Work di Moda Talents 2011”, e la selezione a Vogue Talents. Il successo riscontrato ha dato vita a questo progetto che porta la firma di tutte e quattro, Hebe.

A chi o che cosa vi ispirate?

Ognuno dei nostri lavori nasce ogni volta da una nuova ispirazione. Le nostre creazioni sono contaminate dalle esperienze che maturiamo, prendendo spunto dalle cose più disparate.

Ma c’è un denominatore comune: la convinzione che, seppur in un momento in cui le aziende di questo settore si concentrano sulla quantità, abbattendo così i costi di manifattura e materie prime, sia ancora possibile proporre un prodotto di qualità. Un vero Made in Italy che sia il risultato di un’accurata ricerca, sia a livello di materie prime che di modellistica, dando vita ad un capo unico e originale, che si vuole avere a tutti i costi e che duri nel tempo.

Ci sono dei materiali o delle tecniche che più di altre vi caratterizzano?

Lo scopo del nostro Brand è il rilancio della tradizione del Made in Italy.

L’intento è quello di sdrammatizzare la visione classica che se ne ha, dimostrando che la qualità e la cura del dettaglio sono ancora gli elementi fondamentali per rendere un capo un must have.

Tutti i capi Hebe infatti, sono confezionati interamente in Italia e realizzati con tessuti e manodopera italiani. Nel rispetto della migliore tradizione del Made in Italy, scegliamo esclusivamente tessuti italiani di qualità superiore, provenienti dai migliori distretti del nostro Paese. Fibre naturali pregiate, sete pure di Como e Prato, velluti, lana, angora, cashmere, pellami provenienti esclusivamente dal distretto conciario di Santa Croce sull’Arno, famoso per importanza e qualità dei prodotti.

Il nostro interesse primario è la qualità del prodotto; capi personali ed esclusivi, con una particolare attenzione per i dettagli, spesso realizzati handmade, e per i materiali. Scegliamo accuratamente materiali sinonimo di ricercatezza ed eleganza; tessuti di pregio, frutto di una meticolosa ricerca per selezionare il meglio, facendo del binomio creatività-qualità  la nostra forza.

Tre aggettivi per declinare Hebe.

Difficile minimizzare a tre, ma saremmo propense a dire: ricercata, cosmopolita, magnetica.

Cosa c’è nel vostro futuro?

Abbiamo la nostra Boutique monomarca nel centro di Roma, in Via dell’Orso 25, dove sono racchiusi tutti i frutti del nostro lavoro. Attualmente, con la S/S 2013, abbiamo allargato la nostra rete commerciale, cominciando a vendere il nostro prodotto anche in altri negozi; stiamo effettuando un’accurata selezione delle migliori boutiques su territorio nazionale ed internazionale. Inoltre, a breve sarà attiva sul nostro sito, www.hebestudio.it, la nostra e-commerce dove si potranno acquistare online tutte le creazioni.

I nostri progetti per il futuro immediato vedono protagonista l’espansione del nostro marchio, a livello di distribuzione e di pubblicità, qui e anche all’estero… Stay Tuned!