Questa settimana mi sento pronta a invitarvi a raggiungere una meta più spirituale del solito. Sempre bellissima, ovviamente, ma in questo caso più “metafisica”: parliamo di Meteore, in lingua greca: Μετέωρα, pronunciato [mɛtɛoɾɐ], letteralmente “in mezzo all’aria” dal greco “META'” “in mezzo a” e “AER” aria, “sospeso in aria” o “in alto nei cieli” (cit. Wikipedia).

meteore

Cosa sono e dove si trovano le Meteore?

Meteore come si è capito (poco?) dall’analisi della parola stessa sono dei luoghi “sospeso in aria”. Non esiste in effetti nome più appropriato per questo agglomerato di monasteri ortodossi (che prendono il nome, plurale, di Meteore) costruiti in mezzo alle nuvole su immense rocce con pareti a picco a nord della pianura di Tessaglia, in Grecia.  Queste torri di roccia (falesie di arenaria) si sono formate grazie all’erosione dell’arenaria stessa, probabilmente iniziata dal delta di un fiume che, circa 25 milioni di anni fa, sfociava nel mare sottostante. L’acqua e il vento le hanno continuate a modellare fino a renderle come sono oggi: gruppi di torri rocciose che raggiungono i 400m di altezza. 

Come potete immaginare, la costruzione di questi ventiquattro monasteri posti sulle cime non deve essere stata un’operazione da poco. Probabilmente venne iniziata nel XIV secolo da un gruppo di asceti che da secoli si erano stabiliti in alcune grotte li vicino. Si decisero a costruirli allora per cercare di difendersi dai turchi.

Dei ventiquattro monasteri avuti nel momento di maggiore splendore, con il tempo e le calamità e le incursioni nemiche, ne sono rimasti sei funzionanti e visitabili, più un settimo ormai disabitato.

meteore

Negli ultimi anni sono diventati una meta particolarmente turistica e dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Per renderli accessibili ai più sono state costruite strade che quasi raggiungono le cime delle falesie di arenaria. L’ultimo tratto è ancora da fare a piedi, ma dura appena una decina di minuti e si dipana lungo scalini scavati nella roccia. Fino al secolo scorso invece, per raggiungere le meteore era necessario uno sforzo ben diverso: si poteva salire utilizzando solo scale a pioli e sistemi a carrucola.

Per visitarli sarà necessario pagare un biglietto (3€ a persona; gratis per i greci). E troverete all’interno negozietti di souvenir che vendono principalmente immagini sacre. 

meteore

E lì, tra le nuvole, sarete in grado di respirare la grandezza e la tranquillità che posti del genere sono in grado di emanare, confrontandovi con la magnificenza della natura e lo spirito dell’uomo.

__

Gli altri postibelli li trovate qui!