L’episodio 6×03 di Girls ci ha colpito tantissimo. Per come è stato scritto, per il tema che ha voluto raccontare, per la difficoltà di dare una lettura univoca a quello che abbiamo visto e a quello che tutti, più o meno, abbiamo vissuto in qualche modo. Lena Dunham ha dimostrato ancora una volta di avere un’intelligenza brillante, di farci porre domande e incertezze su dettagli, momenti ed esperienze che fanno parte della nostra vita. Chi di noi non si è mai trovato nella situazione di ammirare qualcuno, di avere l’occasione di conoscere quel qualcuno, di non riuscire a distinguere la fascinazione intellettuale da una sorta di sottomissione emotiva? È un esercizio di potere? È consenso? È machismo? È un flirt? È una scelta consapevole l’andarci a letto?

Qualche giorno fa ho voluto parlarne in una chat all’ora dell’aperitivo con Giulia Cavaliere, Ilaria Giannini e Davide Coppo. Mi sembrava interessante anche un punto di vista maschile. Questo è quello che ne è uscito. Abbiamo faticato a chiudere, a trovare una vera e propria quadra perché American Bitch è davvero un episodio bello, forte, importante, che per l’ennesima volta mette Girls tra la serie più importanti di questi anni, con buona pace di chi invece non lo pensa. I motivi sono tantissimi, anche se potrebbe bastare che ci fa quasi sempre pensare e vedere le cose (qualche volta anche le nostre) quotidiane da un’angolatura diversa.

girls chat