Che noi donne abbiamo un problema serio e conclamato che implica il mazzo di chiavi, la borsa e il tempo necessario per trovarle (inversamente proporzionale a quanto si va di fretta), è cosa nota. Per quel che riguarda le auto, alcune case automobilistiche sono già venute in nostro soccorso progettando delle chiavi che in realtà non servono materialmente per mettere in moto l’auto, è sufficiente averle da qualche parte (in tasca o in borsa) e una volta abbastanza vicini all’auto, questa si apre da sola – e si mette in moto premendo un pulsante. Il paradiso. Ora, il punto era trovare una tecnologia simile che risolvesse il problema anche per gli altri tipi di chiavi.

cosebelle_geekpulse_kevo1

Le notizie sono buone perché ora è stato fatto un altro passo avanti verso un futuro ideale in cui non servirà più avere chiavi perché le porte scannerizzeranno le nostre iridi o le nostre impronte digitali e si apriranno magicamente, risparmiandoci inutili perdite di tempo, come vediamo da decenni nei migliori film di fantascienza. Non siamo ancora a quei livelli, ma questo Kevo sembra già una cosa fantastica.

cosebelle_geekpulse_kevo3

In pratica montando sulla porta la serratura apposita, la chiave per entrare è il nostro smartphone. Non c’è neanche bisogno di tirarlo fuori dalla borsa, è sufficiente avere il bluetooth attivato e toccare con un dito la serratura: la porta magicamente si aprirà. Lo smartphone riceve una chiave elettronica criptata tramite l’app apposita di Kevo (attualmente prevista soltanto per piattaforma Iphone) e riconosce il device quando ci avviciniamo. Naturalmente la porta si può aprire anche con una chiave fisica se per qualche motivo non si ha con sé il telefono. Ma non finisce qui: la cosa assolutamente geniale è che si può mandare una chiave elettronica anche ad altre persone sul loro telefono (se compatibile, ovviamente), quindi in caso di necessità (per la babysitter, il dogsitter, per un vicino, per il padrone di casa) o per far usare a degli ospiti il nostro appartamento non ci sarà più bisogno di nascondere la chiave sotto lo zerbino o dietro il vaso con i fiori, una chiave elettronica risolve il problema.

cosebelle_geekpulse_kevo2