cosebelle_geekpulse_gigs2go5

Sono tanti i supporti fisici e le modalità di comunicazione di cui abbiamo imparato a fare tranquillamente a meno, nel corso dei decenni. Per anni siamo andati in giro con walkman pesanti come mattoni o grossi lettori cd; per trasferire documenti siamo passati dall’inviare i documenti in formato cartaceo tramite raccomandate, ai fax alle email. Ora grazie a smartphone, connessione a internet e hard disk virtuali abbiamo la possibilità di trasferire più o meno qualunque genere di file quasi istantaneamente.

Ci sono però ancora molti casi in cui è più comodo e rapido mettere un file su un supporto fisico e materialmente darlo al destinatario. Quanto al rapporto comodità/versatilità/capienza le chiavette usb sono davvero imbattibili da questo punto di vista, ma il bello della tecnologia è che non cessa mai di evolversi, c’è sempre qualcosa di nuovo che migliora l’esperienza dell’utente.

cosebelle_geekpulse_gigs2go3

Cosa si poteva migliorare, in una chiavetta usb? Ne abbiamo ormai di supercapienti e superveloci, ma ancora non eravamo arrivati a delle chiavette quasi usa & getta e quasi completamente ecologiche. Ci ha pensato il designer Kurt Rampton per Bolt Group con Gigs.2.Go.

Si tratta di un set di quattro chiavette usb, ognuna da 1GB di capienza, il tutto nelle dimensioni di una carta di credito, pressate in cartone riciclato e che si strappano come i numeri di telefono negli annunci che si trovano per strada. Perfetti per tutte le situazioni in cui si ha la necessità di condividere velocemente e senza troppe complicazioni un grosso file, come in riunioni e meeting, per condividere foto, video o musica in un attimo; per non parlare della comodità di averle nel portafoglio a disposizione anche quando hai l’urgenza di salvare un file e hai lasciato la chiavetta “vera” a casa.

Per ora pare sia soltanto un concept, ma potremmo vederlo presto in giro.

cosebelle_geekpulse_gigs2go2

cosebelle_geekpulse_gigs2go4

[ via Yanko Design | grazie a Neon ]