Invadiamo solo per un attimo il campo della nostra Fabiana (da queste parti vi parla spesso e volentieri delle sue Balle Spaziali, che a dispetto del nome è una rubrica serissima, visto che la signorina qui è ingegnere aerospaziale – mica pizza e fichi!) e lasciamo invece da parte Jared Leto e il suo gruppo, che ci piace molto ma non ha alcun legame con questo post. Anzi, è fuorviante, perché Marte dista ben più di trenta secondi.

Negli ultimi anni si fa un gran parlare delle missioni su Marte, tutti abbiamo visto le strabilianti immagini che ci arrivano dal robottino Curiosity e tutti sappiamo che il prossimo obiettivo è quello di farci arrivare l’uomo. Del resto, siamo stati sulla Luna, che sarà mai arrivare fino a Marte? Sarà poco più in là, no? Ecco, non proprio.

cosebelle_geekpulse_distancetomars

Siccome siamo un popolo di santi, navigatori, poeti e allenatori di calcio, ma grazie al cielo non siamo anche tutti esperti di astrofisica, immagino che molti di voi, come la sottoscritta, non abbiano la minima idea della distanza che c’è tra la Terra, la Luna e Marte e non si rendano proprio conto delle effettive proporzioni e distanze fra i tre corpi celesti. Però magari siamo così geek che se avessimo davanti a noi la rappresentazione di questa cosa, ma misurata in pixel, sarebbe tutto più semplice.

Devono aver pensato questo i designer londinesi David Paliwoda e Jesse Williams quando hanno creato un sito che si chiama How far is it to Mars? Il successo del sito sta nella sua semplicità: una grafica semplice e un po’ fumettosa ci  mostra prima il viaggio, più breve, dalla Terra alla Luna, e poi ci trasporta alla velocità di 7000 pixel al secondo (circa 3 volte la velocità della luce) attraverso lo spazio fino al Pianeta Rosso, dandoci un paio di nozioni for dummies e le proporzioni tra i pianeti in pixel. Ora anche chi mastica più pixel che astrofisica ha idea di quanto sia lontano il robottino Curiosity!

[ via ]