Se siete appassionati di sport estremi e, come tanti, amate essere ripresi per rivedere le vostre imprese e i vostri trick migliori, questo aggeggio potrebbe rendervi molto felici.

In un certo senso potrebbe essere anche il trionfo del “forever alone“, perché questo “Solo Shot” in realtà vi permette di fare a meno del povero amico che di solito si sacrifica per stare dietro la fotocamera a riprendere mentre tutti gli altri se la spassano surfando tra le onde, sullo skateboard, in kite, in BMX o cose del genere.

cosebelle_geekpulse_soloshot_03

Solo Shot in sostanza è un treppiedi intelligente, molto intelligente, che tiene l’obiettivo della fotocamera puntato su di voi grazie ad un bracciale che indosserete durante l’azione. In questo modo potete muovervi quanto volete in senso orizzontale alla fotocamera (ruota a 360 gradi), sarete sempre al centro della ripresa perché il bracciale contiene un trasmettitore in grado di comunicare con il cervello di Solo Shot (nella cassettina arancione) fino a 600 metri di distanza.

cosebelle_geekpulse_soloshot_02

Inizialmente il prototipo è stato sviluppato pensando al surf, ma in realtà questo genere di tecnologia si può applicare a moltississime altre attività, purché possano essere riprese da un punto fermo: tutti gli altri sport acquatici come windsurf, kite, vela; sport sulla neve, pattinaggio, skateboard, partite di calcetto tra amici, parziali percorsi di parkour.

Solo Shot è compatibile con praticamente tutte le fotocamere, compatte e reflex; il prezzo non è esattamente popolare ma i veri appassionati di questi sport sapranno apprezzarlo comunque.

cosebelle_geekpulse_soloshot_01