Non è ancora nato ma è già una star! Pebble è appena diventato il progetto più finanziato su Kickstarter: chiedevano appena $100,000 e hanno sorpassato i tre milioni e mezzo, una cifra da record. A parte le ovvie conclusioni su cosa la tecnologia dovrebbe fare per noi secondo noi (perché Kickstarter si basa su questo, alla fine), il risultato è che da oggi questo gioiellino è già disponibile in preordine ad una cifra quasi ridicola ($115).

Smartwatch ne sono già stati fatti tanti ma nessuno è mai stato davvero considerato dal grande pubblico; la quantità di finanziatori di Pebble fa invece sperare il contrario, e il motivo è da trovare probabilmente nelle funzioni – semplicissime ma efficaci – che mette a disposizione, che sono quello che veramente facciamo con i nostri smartphone quando siamo in giro: orologio (chi di voi non sta con le mani un quarto d’ora nella borsa alla ricerca del telefono per sapere che ora è?), orologio bello, email, nome di chi ci sta chiamando e leggera vibrazione (quante chiamate perse con la borsa lontana?), riproduzione musica, sport. Serve altro? No. Serviva tutto questo? Decisamente .
L’orologio ha skin configurabili che vanno dal classico analogico, passando dal digitale ed arrivando al lettering. Si gestiscono tutte tramite le app disponibili sia per iOs che Android a cui il nostro Pebble si collegherà via bluetooth. La mia sarà sicuramente questa:

Il team di 6 sviluppatori che sta dietro al progetto sta sfornando un’app dietro l’altra per tutto quello che potrebbe servire a uno sportivo (GPS tracking per i ciclisti e chi corre, gestione della tracklist) o a una geek invasata (notifiche di ogni cosa: sms, chiamate, calendario, facebook, twitter) e ci si aspetta che dopo il lancio effettivo altre app compaiano come funghi sui nostri amati market. Immaginate di essere in riunione: il vostro telefono sta vibrando, vorreste sapere chi è ma non volete tirare fuori il telefono (perché per quanto moderni possiamo essere, le situazioni in cui mettersi a giocherellare con il telefono è decisamente maleducato sono ancora tante): basterà una discreta occhiata al polso per togliersi ogni dubbio, viversela bene se era qualcuno di poco importante, chiedere un minuto se invece era qualcosa di rilevante. Io, vi assicuro, sto cercando di scrivere questo post il più in fretta possibile solo per poter cambiare finestra e ordinarmelo, perché solo a parlarne sta diventando il mio migliore amico.

Qualche informazione tecnica: i colori al momento disponibili sono rosso, bianco e nero, il display è a inchiostro elettronico – come un ebook, è retroilluminato e resistente all’acqua, la batteria dicono duri più di 7 giorni e si ricarica tramite il suo cavetto USB. Ed è bellissimo 🙂