astro1

Per avere un’idea della stagionalità di questa specie, vi basti pensare al soprannome col quale è conosciuta: Settembrino. L’Astro, infatti, fiorisce da inizio estate ad ottobre, a seconda delle specie. E’ un fiore sicuramente utile per adornare giardini e terrazzi coi suoi colori vivacissimi anche quando l’estate è ormai un ricordo. Appartiene alla famiglia delle Asteraceae ed il suo fiore ha la forma simile a quello della Margherita. Il genere Aster comprende oltre 200 specie originarie del continente europeo ed asiatico.

ASTER3

Nella maggior parte dei casi la pianta (perenne o annuale) cresce sottoforma di arbusto, e non supera il metro di altezza. Il fusto è eretto e molto resistente, ramificato nella parte finale. Le infiorescenze che si trovano alle estremità dei fusti sono a loro volta composte da numerosi fiori (2,5-5 cm di diametro). I petali possono avere colori molto singolari (blu, viola, arancio) mentre normalmente il “bottone” centrale è giallo acceso oppure rosso.

ASTER4

L’Astro ama il sole ed il caldo, ma è molto versatile infatti resiste all’aperto in inverno fino a temperature di -20°. Per permettere ai fiori di sbocciare bisognerebbe che la temperatura si aggirasse tra i 17° ed i 25°. Essendo una pianta molto rustica, in terra si accontenta di qualche innaffiatura saltuaria e dell’acqua piovana, mentre in vaso ha necessità di essere regolarmente innaffiata affinchè il terreno non si secchi troppo.

aster2

L’Astro può essere propagato seminandolo in primavera, oppure se si acquistano delle piantine già cresciute, quando i cespi della pianta saranno troppo folti, si può dividerli alla base, ricollocandoli in un nuovo vaso o comunque ad una giusta distanza dalla pianta madre.  Quest’operazione può essere facilmente eseguita con un coltello in primavera oppure in autunno inoltrato, in modo da non interferire con la fioritura.

__

Altri suggerimenti&idee per rinverdire le vostre case, i vostri studi, i vostri balconi sono disponibili qui!