Uno dei posti più fotografati del Colorado, USA, è il posto bello di oggi: il Crystal Mill. Perché è una vecchia centrale elettrica, costruita interamente in legno nel 1893, abbarbicata su una sporgenza sopra il fiume Crystal, nei pressi della città fantasma Crystal (ovvio, no?), in Colorado, appunto.
Raggiungerlo non è così semplice, ed il fatto che è comunque una delle mete turistiche più visitate vi da un’idea della magia che questo vecchio mulino trasmette. L’unica strada per arrivarci è una strada sterrata accessibile soltanto in estate e autunno dalla cittadina di Marble (percorrerete circa 6 miglia, e lo troverete poco prima della città fantasma di Crystal). Altri modi per raggiungerlo sono la mountain bike, i propri piedi o tramite un jeep tour organizzato. Si potrebbe anche cavalcare fin lì, ma sul sito di Marble Tourism Association lo sconsigliano vivamente, soprattutto in quelle due stagioni in cui la strada è troppo trafficata e ai cavalli non piacerebbe affatto.

crystal-mill-mulino-casey-mccallister

© Casey McCallister

Ma cos’è questo mulino (mill, in inglese, significa letteralmente mulino. Da qui il nome Crystal Mill) e perché è stato costruito?

In verità il Crystal Mill non è un mulino ma una stazione di compressione: “utilizzava una turbina idraulica per azionare un compressore ad aria. L’aria compressa era poi utilizzata per alimentare altre macchine o utensili” (Wikipedia). Fu costruita, come già accennato, nel 1863 dai fondatori della Sheep Mountain Tunnel and Mining Company. La simil-scala che si vede nelle foto è in realtà un canale  in cui l’acqua del fiume veniva convogliata sfruttando una diga costruita a poca distanza dal mulino. Da qui l’acqua passava poi ad una ruota idraulica orizzontale che generava aria compressa utilizzata per trivellare le vicine miniere di argento di Sheep Mountain e Bear Mountain. In questi fori veniva poi piazzata la dinamite; dopo la detonazione i minatori recuperavano i minerali ottenuti.

© Tom Cuccio

© Tom Cuccio

Funzionò così fino al 1917, quando cadde in disuso per la chiusura delle miniere circostanti. Ma venne sempre ben preservato grazie all’impegno e all’aiuto delle Gunnison and Aspen historical societies. Dal 5 luglio del 1985 il Crystal Mill è iscritto al National Register of Historic Places.