Festival del vino e dintorni

A volte, decisa una meta, si impiega più tempo del necesario per raggiungerla, perchè lungo il tragitto prestabilito, capita di lasciarsi trasportare dagli incontri, dagli eventi e da quello che si scopre di nuovo.

Così una tranquilla domenica di fine estate a Budapest, che ha come obiettivo il Festival del vino, nei giardini dell’ex Palazzo Reale, si è trasformata in una lunghissima passeggiata tra concerti jazz e dj set di musica elettronica all’aperto, mercatini, laboratori creativi per bambini, un paio di scarpe nuove e tante scoperte tra negozi di vintage e design.

© Musica e laboratori all’aperto, Nagyszombat utca, Budapest

© Arca di Noè secondo Ágnes (6 anni), Nagyszombat utca, Budapest

© Lotti vuoti diventano parchi gioco, Kazinczy utca, Budapest

© Retrock vintage and design shop, Anker köz 2, Budapest

© Dj set per il Wamp Design Market, Erzsébet tèr, Budapest

© Design Terminal shop, Erzsébet tèr, Budapest

Dopo tutto questo girovagare, al Festival del vino siamo arrivati lo stesso, anche se con qualche ora di ritardo, e tra un rosso e un bianco ungheresi con tanto di degustazioni varie, dalle colline di Buda ho riaperto la mia “finestra su Pest”, sulle viste incredibili che questa città offre e di cui è difficile stancarsi.

© Festival del vino 2012, Budapest

© Riuso, Festival del vino 2012, Budapest

© Festival del vino 2012, Budapest

© Budapest 2012

© Budapest 2012

Il Festival del vino si è concluso, ma vale la pena segnarlo tra gli eventi enogastronomici più interessanti di Budapest, magari per il prossimo anno, per l’ottima organizzazione e gli ottimi produttori presenti.

foto: Martina Giustra