Abbandonate le frustrazioni verso la vostra azienda di trasporti pubblici d’adozione. Godetevi le ultime lamentele per treni in ritardo, bus scomparsi, e linee metropolitane non pervenute. Se tutto va bene, fra un po’ potrete andare in ufficio saltellando, sì, anche di lunedì mattina.

Per il Festival Archstoyanie a Nikola-Lenivets (Russia), lo studio di architettura Salto (mai nome fu più appropriato), di Tallinn, ha progettato Fast Track, una passerella elastica di quasi 200 metri, allo stesso tempo strada e installazione.
Secondo gli autori, “Fast track” is a integral part of park infrastructure, it is a road and an installation at the same time. It challenges the concept of infrastructure that only focuses on technical and functional aspects and tends to be ignorant to its surroundings. “Fast track” is an attempt to create intelligent infrastructure that is emotional and corresponds to the local context. It gives the user a different experience of moving and perceiving the environment.”

Non ci resta che sperare che il loro suggerimento venga colto dalle autorità competenti e che tutte le preferenziali d’Italia vengano immediatamente rimpiazzate da un trampolino infinito. Non so voi, ma io mi sentirei subito Super Mario.