A Peace Treaty è un progetto di Farah Malik e Dana Arbib, mistura di donne musulmana-Pakistana una ed ebrea-Libica l’altra, che si sono conosciute quando vivevano entrambe a Roma. È un progetto estetico sì, ma oltresì etico.

Per produrre questi favolosi oggetti danno infatti lavoro ad artigiani e donne provenienti da Turchia, Afghanistan, Pakistan e a minoranze Kurde, portando avanti una tradizione di arti decorative che è tipica del bacino del nostro Medio Oriente, fino a tutta l’Asia Minore. Non si tratta solo di gioielli (la mia passione, lo sapete ormai) ma anche di splendide sciarpe e pashmine. Un bellissimo progetto che mi auguro trovi spazio anche in qualche negozio italiano.