Francesca Marano è una professionista del web, consulente, formatrice e autrice . L’ho conosciuta, seppur indirettamente, perché  fondatrice di C+B, la community che mi ha fatto scoprire Gioia Gottini per esempio, ma non solo. L’ossessione positiva del periodo ha preso il via proprio con la guida sul personal branding di Gioia e ora è già al secondo stadio: nuova uscita di Zandegù in collaborazione con C+B, e l’autrice è proprio Francesca Marano.

Francesca Marano autrice di solopreneur

L’ebook si chiama Solopreneur ed è un manuale professionale per tutte coloro che hanno bisogno di una guida sicura e ferma nell’organizzazione del lavoro da freelance, da imprenditrici di sé stesse, ma anche da lavoratrici dipendenti alla ricerca della produttività. L’obiettivo? Lavorare meno e meglio.

solopreneur

Detto fra noi: se c’è una cosa che so fare bene è perdere tempo. L’avvento dei social network non ha fatto che amplificare questa mia inclinazione naturale: ad ogni notifica, trillo dello smartphone o computer, io scatto. Come si può, fisicamente, lasciare che si riempiano gli schermi di notifiche? Come si trova l’equilibrio con sé stessi e col lavoro se siam sempre connessi?

Francesca fa outing e confessa che ha i miei stessi problemi: non me lo sarei mai aspettato ed è questo che fa scattare la molla dell’empatia totale. Non ci siamo mai viste io e Francesca, ma lei ha le soluzioni per me. Soluzioni per rendermi conto, finalmente, che il lavoro in proprio (ma non solo, come specificavo più su) è una missione fatta anche di trucchi del mestiere che ti insegnano a gestire il flusso di lavoro, ad affrontare le giornate lavorative senza impazzire e a sfruttare tutto il potenziale dei tool che il web ti offre.

Francesca è onesta, diretta e senza giri di parole ti offre una rosa di soluzioni ad ogni problema che ti si presenta nelle giornate lavorative. Questo manuale racconta quello che lei stessa ha provato e testato per il suo lavoro e offre una serie di spunti per gestire le temutissime notifiche, le inondazioni di mail, ma soprattutto, a stabilire le priorità. Tra tutti i consigli, gli strumenti da provare e le tecniche di gestione del tempo (la tecnica pomodoro su tutte!), emerge una grande verità: bisogna acquisire consapevolezza dei propri mezzi e di ciò che, come professioniste, possiamo offrire al mondo del lavoro. Allo stesso tempo è vitale imparare ad interagire con colleghi, amici, competitor per mettersi in gioco, in primis, e condividere le proprie conoscenze, poi. Questo è il primo passo per imparare cose nuove, per creare sinergie lavorative, ma anche, più onestamente, delegare ciò che non è prettamente legato alla nostra attività, come le questioni legali e la contabilità.

Questo libro stesso è una condivisione di sapere: non c’è la pretesa di avere la risposta a tutto, ma un valido metodo scientifico per affrontare le giornate lavorative da imprenditrici e migliorare anche la qualità della vita. Ed è così onesto che non mi ha fatto sentire sola: siamo tutte alle prese con pagamenti, scadenze, momenti di scoraggiamento, ma la soluzione è a portata di mano. Inizia con un po’ di disciplina e prosegue grazie ai consigli di Solopreneur e a un segreto che vi svelo adesso, senza che Francesca e Zandegù me ne vogliano: trovare il modo di amare sempre il proprio lavoro, ogni giorno.

Francesca Marano, Solopreneur, 9.99 euro, Zandegù.

(photo credits: Francesca Marano)