“Second Nature” ovvero ‘secondo Natura’.

Questo non è il mio primo articolo sull’artista australiana Elke Kramer e se lei continua a lavorare così io sarò costretta a farne altri…

Bene, ora, ragioniamo: quanto di più attuale e interessante c’è in questa collezione di gioielli per l’estate ventura, basata sull’amore per l’arte botanica e sull’osservazione delle bellezze e delle particolarità della natura che ci circonda? Le foto della collezione, che lasciano senza parole per la perfezione visiva, raccontano la storia di una vivaista (o botanista direi) molto glamorous, che si agghinda tutta dei suoi gioielli fitoformi. Eccoli, sono favolosi… Non trovate?

Perfino la cartella colori delle resine utilizzate per crearli è ispirata alle sfumature microscopiche delle spore, dei licheni, delle alghe, delle clorofille, delle larve, della terra e dei funghi. Tutto il mondo della biologia e della botanica marina e terrestre che si uniscono in un monile e in un perfetto scenario di donna. Voglio essere quella donna anche io.