Per il giorno di capodanno, non avendo comprato nulla da indossare per la serata, ed essendo come al solito in ritardo sulla tabella di marcia con 3mila cosa da fare, mi sono data alla ricerca pazza e frenetica di qualche suggestione su internet. Cercavo idee e concept a cui ispirarmi e che avrei poi personalizzato con quello che ho nell’armadio, come faccio sempre tra l’altro!
(W le ristrettezze economiche che fanno di ognuna di noi la stilista di se stessa!)

Ed eccolo, dal nulla è sbucato lui: Ivan Iaboni, classe 1989.

Piccola novità per questa rubrica: oggi vi parlo di un designer maschietto che da solo, senza l’aiuto del gentil sesso, si sta affermando nel mondo della moda. Ivan non ha ancora un sito personale, ma potete contattarlo sulla sua pagina facebook. La sua prima fan è stata la mamma, che lo ha incoraggiato a presentare la sua prima collezione in passerella alla festa patronale del suo paese nel 2005. E da lì la crescita. Tanti concorsi vinti, un solo obiettivo, una sola parola d’ordine: trasgressività. Lo stile glam rock di Ivan era proprio quello che cercavo per il mio new year’s eve: forte, creativo, estroso e tanto tanto rock!

Nelle sue creazioni Ivan alterna volumi e forme: tubini super stretti abbinati a pompose giacche di tulle, borchie e spalline da generale applicate su tallieur super femminili. E poi tacchi a spillo, zeppe altissime e accessori. Tutto realizzato con l’intento di “uscire dagli schemi” mantenendo l’eleganza della femminilità.