J G N. Frederic Jameson Publication

Di questo stravagante designer di Melbourne avevamo già parlato qui. Torniamo nuovamente a bussare alla sua porta per un lavoro singolare che vede impaginate le idee postmoderne di un grande critico letterario e teorico politico statunitense: Frederic Jameson.

Siamo dinanzi a un lavoro alternativo in ogni forma grafica e in ogni pensiero, i cui testi, sul postmodernismo e sulla Società dei Consumi, si rifanno a un discorso tenuto dall’autore nel 1982. La forza del libro, a differenza dei discorsi e delle letture, sta nel grande potere delle immagini: di quel materiale di mille parole da cui è impossibile distogliere lo sguardo.

E’ d’obbligo leggere uno dei più meravigliosi pensieri di Frederic Jameson: “As meaning is lost, the materiality of words becomes obsessive, as is the case when children repeat a word over and over again until its sense is lost and it becomes an incomprehensible incantation… a signifier that has lost its signified has thereby been transformed into an image.”

Insomma una magnifica interpretazione grafica di un discorso, in cui la tipografia, in particolare, è trattata ed enfatizzata come se fosse ascoltata con gli occhi. Parole si stagliano solitarie nel bel mezzo delle pagine, allo stesso modo fanno le immagini diventando spunti di pensiero, stimoli, esortazioni capaci del nulla intorno a sè, capaci cioè di generare riflessione. Allora è proprio vero: “Time to wake up”.