Composition n°1 – Marc Saporta

Si mangia così. Si cammina così. Si fa così. Ma anche così, così e così. Con questa filosofia Universal Everything ridisegna uno spettacolare libro degli anni Sessanta, Composition n°1 by Marc Saporta edito da Visual Editions, e si occupa di rispondere alla domanda: “what makes a book a book?”. E forse trova anche una sorprendente e inusuale risposta.

Composition n°1 by Marc Saporta è un corpo perfetto e un corpo deformato allo stesso tempo. Un libro che può essere letto in ordine, riga per riga, paragrafo dopo paragrafo, pagina dopo pagina; oppure in modo completamente disordinato, mischiando le pagine tra loro, sostituendo e invertendo fronti e retri, spezzando la narrazione in un punto per riprenderla altrove.

Il libro è un contenitore di fogli all’aria, sparsi, leggeri e bellissimi. Ognuno di essi ha una fine narrativa e si può legare a quello successivo, qualsiasi esso sia. Un lezione di libertà velatamente umida di protesta verso tutte le controindicazioni, le avvertenze, gli obblighi e i divieti che adornano inutilmente la nostra inutile vita.

Immancabile una versione ipad di questa chicca letteraria. Nonostante “sarò sempre d’accordo con quella minoranza” (cit. Nanni Moretti) scettica su ogni digitalizzazione dei testi, nonché dei libri, delle poesie e dei romanzi e delle riviste, questa applicazione lascia costernati i miei più fedeli seguaci: vedere le lettere che fluttuano nell’aria di uno schermo è una sensazione insolita e ahimè divertente.