Mentre leggete, col pensiero state andando al vostro calendario mentale, a quei pochi quadrati bianchi e numerati che ancora vi separano dalle agognate e meritate ferie. Inevitabili e puntuali come ogni anno, eccoli qui: i familiari e variopinti scenari della villeggiatura estiva. Ci sarà quello che correrà a gambe levate verso il mare senza aspettare il via, quello che sparirà al fresco dei laghi alpini dimenticandosi di avere un cellulare, e quello che sceglierà di restare all’ombra (va beh, più o meno) delle strade di una città, che sia la propria o una tutta nuova da scoprire. Ovunque vi porterà l’estate e ovunque le vostre ferie vi condurranno, in lungo e in largo per tutto lo Stivale sono tanti gli appuntamenti da non perdere (a proposito, la mostra di Escher è in chiusura a Bologna proprio mentre parliamo!). E in caso decidiate di interrompere momentaneamente l’otium estivo per regalarvi l’occasione di vedere qualche mostra imperdibile, quale momento migliore per farlo? Previdenti come sempre, qui abbiamo raccolto per voi il meglio di questa estate 2015.

Diteci dove andrete, e vi diremo cosa vedrete!

Venezia – CY TWOMBLY PARADISE
Julie Sylvester e Philip Larratt-Smith curano una mostra personale di Cy Twombly, uno dei protagonisti dell’astrattismo informale americano, che ha vissuto in Italia fino al 2011, anno della sua morte. Il museo veneziano di Ca’ Pesaro lo ricorda con la grande rassegna Cy Twombly Paradise, che alle opere più note dei tardi anni Cinquanta, affianca alcune opere degli ultimi anni.
Dove&Quando: Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, dal 6 maggio al 13 settembre 2015.

Torino – TAMARA DE LEMPICKA
C’è ancora tempo fino al 30 agosto per visitare la grande mostra dedicata a Tamara De Lempicka, che espone le sue opere più iconiche e riconoscibili, e ne racconta alcuni aspetti meno noti.
Dove&Quando: Palazzo Chiablese, dal 19 marzo al 30 agosto, 2015.

Gallipoli – MICHELANGELO PISTOLETTO
Le sculture e le superfici riflettenti di Michelangelo Pistoletto, tra gli artisti più prolifici e attivi vanno in scena al Castello di Gallipoli, riaperto al pubblico l’anno scorso dopo lunghissimo tempo. Per l’occasione saranno presenti ben tre installazioni site specific, tra cui una versione del simbolo del Terzo Paradiso, composta da un simbolo dell’infinito con una terza ansa, molto caro all’artista.
Dove&Quando: Castello di Gallipoli, dal 5 giugno al 27 settembre 2015.

Nuoro – VIVIAN MAIER
La prima mostra dedicata alla fotografa americana Vivian Maier mai realizzata da un’istituzione pubblica italiana. Circa 120 fotografie e diversi filmati in super 8, dagli anni Cinquanta fino ai Settanta, raccontano l’evoluzione dello stile fotografico, il passaggio dalla Rolleiflex alla Leica e le conseguenti variazioni descrittive, quando dall’altezza dello stomaco il punto di vista passa all’altezza dell’occhio. Per saperne di più su questa straordinaria artista, date un’occhiata qui.
Dove&Quando: Museo MAN, dal 10 luglio al 18 ottobre 2015.

Merano – FRANCESCA WOODMAN & BIRGIT JÜRGENSSEN. OPERE DALLA COLLEZIONE VERBUND
Una doppia personale fotografica dedicata a due artiste entrambe scomparse, Francesca Woodman e Birgit Jürgenssen (Woodman morì a soli 22 anni, Jürgenssen a 54), che hanno animato il movimento artistico noto negli anni Sessanta come femminismo poetico-performativo.
Dove&Quando:
 Kunst Meran – Merano Arte, dal 27 giugno al 20 settembre 2015.

Roma –  SCIALOJA. AZIONE E PENSIERO
A Roma si celebra il centenario dalla nascita dell’artista e poeta Toti Scialoja, con una mostra al MACRO che vedrà in esposizione i grandi teleri dell’artista e opere in formato minore, che vanno dai primi anni Quaranta fino agli anni Novanta. In esclusiva sarà esposta per la prima volta la Macchina a pettine, una delle macchine sceniche che Scialoja ideò per il Ratto di Proserpina messo in scena da Rosso di San Secondo.
Dove&Quando: MACRO, dal 28 marzo al 6 settembre 2015.

Modena – STRANGE WORLDS
La Fondazione Fotografia mette in mostra le opere della propria collezione, con un percorso di più di 70 opere e video-installazioni che hanno come focus il racconto di mondi vicini e lontani, di costumi e società altre che si fondono in un patchwork di racconti e punti di vita diversi. Altre segnalazioni sulle mostre di fotografia le trovate qui.
Dove&Quando: Foro Boario, dal 9 luglio al al 6 settembre 2015.

E se prevedete un giro per l’Europa, qui un vademecum da portare con voi!
Londra
– THE EY EXHIBITION: SONIA DELAUNAY
I sessant’anni di carriera di Sonia Delaunay hanno prodotto opere che spaziano in tutti i campi: dipinti, tessuti, abiti, collaborazioni con letterati e personalità di spicco, il tutto concentrato in questa retrospettiva londinese. Sonia, insieme al marito Robert Delaunay, traccia la propria strada attraverso le avanguardie artistiche francesi del Novecento.
Dove&Quando:
 TATE Modern, dal 15 aprile al 9 agosto 2015.

Londra – ALEXANDER MCQUEEN. SAVAGE BEAUTY
Una mostra ricorda il talento eccezionale del designer Alexander McQueen, scomparso a Londra nel 2010, già tra i protagonisti dell’evento espositivo BRITISH DESIGN 1948–2012 – The Fifties, The Sixties, Punk & much more.
Dove&Quando: Victoria and Albert Museum, dal 14 marzo al 2 agosto 2015.

Parigi – TATOUEURS TATOUÉS
I tatuaggi e il sempre nuovo valore simbolico che da sempre riveste antropologicamente chi li faceva e chi li riceveva. Una mostra ripercorre l’evoluzione del valore e della simbologia culturale di questo antichissimo gesto.
Dove&Quando: Musée du Quai Branly, dal 6 maggio 2014 al 18 ottobre 2015.

Parigi – LE PRESSIONNISME. LES CHEFS D’OEUVRE DU GRAFFITI SUR TOILE DE BASQUIAT À BANDO
Alla Pinacothèque parigina vanno in scena i capolavori dei più grandi maestri di  “graffiti su tela”, dagli anni Settanta agli anni Novanta, con un’esposizione che racconta la storia nascosta di questo movimento.
Dove&Quando: La Pinacothèque de Paris, dal 12 marzo a 13 settembre 2015.

Parigi – MONA HATOUM
Una mostra personale dedicata all’opera politica e poetica dell’artista libanese naturalizzata britannica Mona Hatoum, Una traversata lungo il suo lavoro pluridisciplinare, sfaccettato e contemporaneo, ripercorrendo le sue opere dai tardi anni Settanta a oggi.
Dove&Quando: Centre Pompidou, dal 24 giugno al 28 settembre 2015.