theloveaffair_cosebellemagazine_dovevai

THE LOVE AFFAIR: 31 espositori a tema wedding, workshop, una sfilata di abiti da sposa, aperitivi e tavole rotonde. Finalmente è arrivato il tanto atteso week-end… siete pronti a partecipare all’evento dell’anno dedicato al matrimonio creativo? Anche solo per farsi ispirare, vale la pena! E non dimenticate di taggare le vostre foto usando gli hashtag #unmatrimoniodicosebelle e #theloveaffair. Noi ci saremo!
The Love Affair è anche su: Facebook | Instagram | Twitter. Il nostro speciale lo trovate qui.

Dove&Quando: Milano, Galvanotecnica Bugatti (Zona Tortona). Sabato 25 Ottobre e Domenica 26 Ottobre, dalle ore 11 alle ore 21

hoba_dovevai_cosebelle_01

#HOBA: P R O G E T T O M E T E O R A & P U N T O D’ I N C O N T R O A R T E presentano #HOBA, la seconda collettiva che vede in mostra dieci fotografi: Anna Adamo, Max Valerio, Stef Steffany Marco Alfredo Bressan Guido Borso, Carlotta Favaron, Samuele Pagani, T.Z.Maple, Luciano Cavallaro, Mirko Stucchi. Programma completo dell’evento: ORE 18 INAUGURAZIONE COLLETTIVA FOTOGRAFI + DJ SET BY IVORY TOWER + APERITIVO A CURA DI TEO GEE & PIZZERIA MADE IN ITALY // F R E E – E N T R Y //

Dove&Quando: Inzago (MI), presso SPAZIO METEORA, Via G. Di Vittorio, 13. Da domenica 26 ottobre 2014 ore 18.00

OUTDOOR Urban Art Festival_DoveVai_CosebelleMagazine

Graffiti – Matteo Armellini

OUTDOOR Urban Art Festival: arriva quinta edizione del festival di arte urbana e street art che dal 2010 ha animato e riempito di colore il quartiere Ostiense di Roma. Per il 2014 gli organizzatori hanno rinnovato la veste della manifestazione: “Moving Forward” è il tema di quest’anno, ovvero un movimento fisico, perché dagli spazi aperti degli altri anni si passa in un altro quartiere di Roma, San Lorenzo, e a un enorme luogo chiuso, l’ex Dogana. 5000 mq accoglieranno sette diverse culture, diversi artisti provenienti da Italia, Francia, Grecia, Giappone, Norvegia, Sudafrica e America, che rivoluzioneranno un luogo che è stato di lavoro per decenni e lo trasformeranno in uno spazio culturale fruibile da tutti. Una sfida enorme per questo Outdoor V, che vuole far riflettere tutti sul significato dell’arte, come strumento di dialogo e aggregazione. “Lo spettatore se nei precedenti anni era invitato ad alzare lo sguardo e per trovarsi inaspettatamente trovarsi davanti macchie e tracce di colore, ora è chiamato a muoversi, varcare una soglia ed immergersi in uno spazio con numerose e differenti tracce e sedimentazioni di un passato altro. La sua deve essere una precisa scelta e volontà: entrare nella dogana vuol dire conquistare passo dopo passo uno spazio, un desiderio che muove l’esplorazione di questi 5000mq. So, Moving forward!” (Antonella Di Lullo, curatrice Outdoor 2014)

Dove&Quando: Roma,Via dello Scalo di San Lorenzo 10. Dal 26 ottobre al 22 novembre ogni venerdì, sabato e domenica dalle ore 12 alle ore 22. Inaugurazione: 25 ottobre alle ore 19.00

T.R.I.P Travel Routes In Photography_DoveVai_CosebelleMagazine

T.R.I.P Travel Routes In Photography  è un progetto di mostre fotografiche nato nel 2013 come costola di The trip magazine, free press indipendente di letteratura di viaggio e fotografia. L’edizione del 2014 ha inaugurato sabato scorso nella splendida cornice delle Terme di Diocleziano, Museo Nazionale Romano, a Roma. Fino al 18 dicembre sarà possibile ammirare le opere di tre diversi autori, che raccontano il loro viaggio nel proprio paese o all’altro capo del mondo:
There’s a Place in Hell for Me and My Friends è il progetto del sudafricano Pieter Hugon in cui sono esposti i primi piani dell’artista e di alcuni suoi amici in cui il pigmento della pelle è stato enfatizzato durante il processo di post produzione dell’immagine, il colore è stato così trasformato in bianco e nero e la melanina appare come macchie sui volti di queste persone. L’artista ha voluto così affrontare il tema delle distinzioni razziali basate sul colore della pelle, problematica che affligge il suo paese da decenni.
– L’australiana Narelle Autio ci fa scoprire il blu intenso del mare con il progetto WATERCOLOURS, una serie di immagini scattate durante un lungo viaggio estivo in giro per l’Australia, perché come dice lei stessa “Il mare ha fatto sempre parte della mia vita.”
-L’italiano Alessandro Rizzi, a differenza degli altri due artisti, decide di esplorare un mondo agli antipodi del nostro. Lo street photographer emiliano, infatti, scelto Tokyo come fulcro della sua ricerca, “La ricerca di un segno formale nel fluire veloce dei gesti contemporanei e la ricerca di un’antica consapevolezza all’interno del caos della città.“, come dice lui stesso.

Dove&Quando: Roma, Museo Nazionale Romano – Terme di Diocleziano, via Enrico De Nicola 79. Aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9 alle 19.45 fino al 18 dicembre 2014