Occhi, parte tre.

È tardi. Dei cinque minuti serratissimi dedicati al trucco ce ne sono rimasti circa due e mezzo, tre se siamo artiste o abbiamo voglia di un trucco leggero (clicca quì), ma serve l’ultimo tocco per gli occhi prima di passare alla base del viso.

Il principe del tocco finale è il mascara, senza ombra di dubbio. Anni per superare la paura dello scovolino nell’occhio, durissimi allenamenti per giovani quattordicenni che imparavano a truccarsi a colpi di spazzolino sulle ciglia. Il mascara è uno dei migliori amici di una donna, regala l’occhio languido anche a chi non sa stendere nemmeno l’ombretto, rende possibile l’effetto bambola, ma anche spilloni voodoo se messo male.

Il primo consiglio è: non insistete con il prodotto, ma bastano due, massimo tre spazzolate. Strafare o, peggio, riapplicare altro prodotto in giornata rischiano di spezzare le ciglia o farvi sembrare Moira Orfei, tanto più che la mattina avere ciglia nere piene di grumi non è certo il migliore dei buongiorno.

Per andare sul sicuro e spendere anche poco, che non ci fa mai male, questa volta basta un supermercato.

Dopo la fila per il pane passate dallo stand Maybelline, cercate la confezione gialla e viola del “Colossal Volume Express”. Scovolino importante, ciglia ben separate, nero intensissimo, 12 euro circa per 10 ml di prodotto, un affare.

Per un trucco più leggero, o per far riposare le ciglia, alternare con un mascara trasparente rinforzante è sempre bene. Anche in questo caso: piccolo prezzo grande valore, negozio Kiko e passa la paura. Pro gel mascara, applicabile anche prima di andare a dormire, 7 euro e 20, formulazione nutriente e rinforzante.

Separa bene le ciglia e non appesantisce il trucco. Se solo lo avessero fatto provare alla Moira!

To be continued…

P.S. Le ciglia delle pubblicità non esistono, ma non ditelo a nessuno…sssssssssssssssttttttttt!