Emily Blunt

Da Divi e Buoi è arrivato il tempo delle signore!

Capelli lunghi, scuri (salvo momenti di pazzia in cui ha optato per meches bionde o total-red) e mossi, occhi celesti, fisico che le permette di vestire perfettamente i panni della pin up e magari anche rossetto rosso e una lunga linea di eyeliner nero. Se non è Katy Perry e non è neanche Zooey Deschanel chi mai potrà essere se non Emily Blunt?

1983, Londra. Le lunghe, lunghissime gambe e le numerose campagne pubblicitarie a cui ha aderito potrebbero far pensare che Emily Blunt nasce come modella: dall’ultimo spot di YSL nel quale se la deve vedere con un cucciolo di leopardo,  a i mille photoshoot (neanche a dirlo anche per Vogue) di cui ogni attore che si rispetti deve essere protagonista a scadenza fissa.

E invece no. Emily nasce attrice: neanche a dirlo ha una gavetta teatrale alle spalle e qualche film indipendente made UK ma i più la ricorderanno per il Diavolo veste Prada. Ma non ne parleremo, lo hanno già fatto in troppi, in tutti. Emily è anche altro.

Dal 2005 al 2008 è stata al fianco di Michael Bublè, sia nella vita che nella carriera. Ma con Michael era una semplice corista delle sue compilation natalizie. Con l’attuale marito invece, l’attore John Krasinski (lo ricordate nella serie USA The Office?) lei è la protagonista! I due sono affiatatissimi e di una tenerezza senza pari. Hanno convogliato a nozze nel 2010 sul lago di Como, mentre erano in vacanza dal Mr Clooney e si dice che chiunque alla loro cerimonia fosse più che emozionato. Aww che romanticherie!

Consigli per i watching?

Wild Target non può non essere consigliato. Remake inglese di un film francese, è del 2010, in Italia direttamente uscito in DVD (poi questa cosa di far uscire i film direttamente in DVD qualcuno deve spiegarmela). Commediola ambientata tra Londra e la campagna inglese con fiorfiori di attori. Una Emily truffatrice-cleptomane è al fianco di un Bill Nighy-sicario ingaggiato per ucciderla, ad un  Martin Freeman-cattivo(!) e a un Ruper Grint che si è trovato lì per caso. Se adorate le commedie grottesche o siete curiosi di vedere Rupert Grint nei panni di qualcun’altro a parte Ron Weasley questo è il film adatto a voi.

– In uscita a marzo 2012 in USA, ancora nessuna data d’uscita ufficiale per le sale europee, Fishing Salmon Yemen vede Emily protagonista a fianco di Ewan McGregor. Tratto dall’omonimo libro di Paul Torday che ha fatto tanto ridere, ha dato da pensare circa i rapporti Occidente-Islam e si è soffermato sull’aspirazione a  realizzare i propri sogni, che ci rende persone migliori.

Film da evitare come la peste? I Guardiani del destino. Vi basta sapere che i protagonisti (Emily-ballerina e Matt Damon-candidato sindaco di New York), conosciuti per caso nei bagni di un hotel (!), nel giro di cinque minuti (!!!) capiscono di essere uno l’altra faccia della medaglia dell’altro e cercano di sfuggire a un disegno che il fato che non li vede insieme felici e contenti per il resto delle loro vite? Mmh.