Chloe Moretz, Elle Fanning,  Hailee Steinfeld.

L’idea per questo articolo mi è venuta guardando il servizio di Vogue che vede protagoniste queste tre reginette adolescenti di Hollywood e la modella Natalia Vodianova – vedi la foto in alto.

Tutte e tre tra il ’96 e il ’98, le prime due sono delle star da quando portavano ancora il pannolino, Hailee invece è stata consacrata solo con la candidatura agli scorsi Oscar come miglior attrice non protagonista per Il Grinta.

Chloe Moretz tra le tre, è sicuramente quella che più si è divertita sui set. Biondissima dagli occhi verdi, era ancora una bambina – una bambina super professionale, a quello che hanno detto dietro le quinte- quando ha rivestito i panni della sboccata Hit-Girl con la parrucca viola di Kick-ass che sconfigge i nemici a colpi di katana e pistola con silenziatore, a pensare che sul set ci ha anche lasciato un dente da latte!  E poi è stato il turno dell’ adolescente che corre in soccorso del fratello maggiore (Joseph Gordon-Levitt!) distrutto dall’amore in 500 giorni insieme, un’adolescente  che gli/ci sbatte in faccia la dura verità: “Il fatto che a una non troppo da buttare piacciono le stesse cretinate che piacciono a te non ne fa necessariamente la tua anima gemella!”. E all’inizio del nuovo anno ne godremo addirittura in 3D in Hugo Cabret di Martin Scorzese. Mica bruscolini (I)

Elle Fanning è la sorella minore di Dakota, altra bambina prodigio hollywoodiana, e deve alla sorella il suo affaccio nel mondo del cinema. Bionda dagli occhi azzurri, entrambe visino da fata ed entrambe attrici nate, nel senso letterale: sul set di Mi chiamo Sam, la cui bambina bionda protagonista è proprio Dakota,  Elle fu scelta come sostituta della sorella per le scene iniziali. Dal film con Sean Penn (e dalla colonna sonora spaziale!), Elle ne ha fatti di passi avanti: gli ultimi sono essere stata la protagonista di Somewhere di Sofia Coppola e di Super 8 di Spielberg. Mica bruscolini. (II)

Hailee, bruna dagli occhi castani è la ragazzina con le lunghe trecce di True Grit , ed è riuscita a fare il botto con un solo film: è una vera fortuna se sei alla tua prima volta sul grande schermo e lavori a fianco di Jeff Bridges, mica bruscolini (III). Vera fortuna compensata dalla presenza nel cast  anche di Matt sonotremendituttiifilmchefaccio-Damon. In più è protagonista della campagna Miu Miu A/I 2011/2012 in cui si è cercato di non snaturare la sua immagine e la sua giovane età, ma non ci si è riusciti. Guardare le foto che la ritraggono come una donna degli anni ‘50 forever alone sul ciglio di un binario di un paesino di periferia per credere. Sarà questo il motivo per il quale la collezione non è stata molto apprezzata dal pubblico e la teen-testimonial è stata rimpiazzata con una sua collega più matura.