Christian Bale

Quest’oggi è il turno di Christian Bale, dagli amici di Tumblr detto anche Jesus Bale (per ovvi motivi che potete riscontrare dalla foto qui sopra).

In primis, lo potrete ricordare in quanto l’anno scorso ha fatto incetta di statuette, tra i Golden Globes, gli Oscar e compagnia cantante, come best supporting actor per The Fighter.

In The Fighter tutte le sue peculiarità attoriali sono evidenziate con un evidenziatore giallo flashante. Il ruolo da ex pugile ridotto ad una vita di follia da tossicodipendente sembra essere stato scritto per lui, che gli sia stata cucito addosso. E per aggiungere note positive a questa performance tanto premiata non si può tralasciare che Bale ha dovuto perdere peso, e tanto. Ma non troppo, come aveva fatto nel 2004 per L’ Uomo senza sonno – per cui arrivò a pesare 54 chili. E a pensare che Christian Bale è lo stesso muscolazzo-Batman! Aaah, quanta bravura incanalata in un unico attore!

Se state cercando un’ alternativa a Rocky, un film-passatempo in cui due sfidanti sul ring si prendono a botte, The Fighter non è il film che fa al caso vostro. Questo è un film sui legami familiari, quelli di amicizia e quelli d’amore. E ad abbracciare questi legami c’è un sacco da boxe appeso al soffitto.

Siccome siamo partiti subito col botto, non abbassiamo il tiro!

American Psycho (2000)

Tratto dall’omonimo romanzo di Bret Easton Ellis questo film ha come ha uno sfondo tutto newyorkese. In primo piano invece c’è un Jesus Bale tanto tanto ricco e con tante tante fisse che sfociano in tanto tanto splatter.

Per cosa può essere ricordato American Psycho? Non credo si possa fare una scaletta delle singole bellezze di questo film, quindi vado in ordine sparso:

a) Soundtrack – in cui troviamo sia brani originali di John Cale (!) tanto meraviglie prese in prestito da Phil Collins o David Bownie (!!!)

b) Lo splatter di cui sopra, che fa sgranare gli occhi allo spettatore, tanto dall’ awesome (per i più temerari) quanto dalle budella che ti si arrovellano (per quelli un po’ meno forti di stomaco)

c) la scena della doccia (click !)

In ultimo io direi che è da non perdere Velvet Goldmine (1998).

Non associate il nome di Christian Bale esclusivamente a Batman ed ai muscolazzi annessi please (per quanto Batman sia da inchino anche solo per essere di Nolan), Bale ha iniziato con quelle perle rare che si chiamano film indipendenti made in UK. E Velvet Goldmine è una di quelle perle.

Protagonisti i tre giovani, sbarbatelli e all’inizio delle loro carriere pazzesce  Jonathan Rhys-Meyers, Christian Bale e Ewan McGregor.

Film pieno zeppo di citazioni di Oscar Wilde e che si ispira alla vita di David Bownie. Velvet Goldmine non si  limita a raccontarne i punti salienti, ma si inserisce in un contesto molto più amipio dell’eccentrico (è dire poco) movimento glam rock degli anni settanta.

La leggenda vuole che dopo una scena che voglio chiamare di sesso (ma che di sesso. I due sono solo a torso nudo e a metri e metri di distanza dalla telecamera) tra Ewan McGregor e Christian Bale, quest’ultimo non abbia mai più richiamato il primo. Mmh.

Anyway, a luglio esce Il Cavaliere oscuro – il ritorno e chi se lo perde è una brutta persona. Prrr