Il divano c’è, le amiche del Giovedì pure e stavolta al posto della pizza arrivano fantastiche orecchiette alle cime di rapa. La finale di X Factor può iniziare.

I giudici sono in grande spolvero: Fedez, memore del cazziatone che gli ha fatto la madre sull’outfit scelto per lui dalla Ferragni, indossa uno abito rosso bellissimo. Bellissimo finché non vedo quell’accozzaglia bizantina di prisma attaccata alla schiena.
Soler ha un normalissimo smocking nero, mai un guizzo di vita eh Alvaro?
Agnelli indossa un vestito sdrammatizzato dalla t-shirt con la faccia di Shakespeare.
Ad Arisa hanno messo una bomboniera brutta avanzata dal matrimonio di qualche zia.

Una foto pubblicata da Fedez (@fedez) in data: 15 Dic 2016 alle ore 11:59 PST

La finale, al Forum di Assago, inizia con un gruppo tipo Coldplay che accompagna i 4 finalisti con “Wherever I go”. Sono gli One Republic, io capisco Banana Republic e penso “Dove si possono esibire se non in Italia?”.

X Factor – 1° Manche

La prima manche inizia con i duetti. Parte Giorgia che si esibisce insieme ad un tendone da circo bianco. Ah no, è Gaia che nel ruolo di Alicia Keys canta “I will pray”. Anche io prego dalla prima puntata che la vesta qualcuno che capisca di moda.

Soler trova la sua vocalità sincera (ci sono anche vocalità che dicono bugie?) e Arisa si complimenta con Giorgia per aver lasciato che fosse Gaia a brillare. Io credo invece che la cantante romana si sia mangiata la diciannovenne e tutto il circo.

I secondi ad esibirsi sono i Soul System con “Roma – Bangkok” di Baby K e Giusi Ferreri. La mia richiesta è una sola: che Roma – Bangkok sia la tratta aerea di sola andata per queste due tamarre.

Ad Agnelli piacciono ma forse si era distratto e l’ha detto giusto per non fare la figura da Arisa.
Soler le ringrazia per essere state disponibili a stravolgere il pezzo.
Ma magari l’avessero stravolto, si sentiva ancora molto bene, purtroppo.
Fedez riconosce la crescita dei Soul System nel riproporre lo stesso brano delle audizioni ma con arrangiamenti “da professionisti”.
Beh, è la finale di X Factor mica la sagra della puntarelle di Colamiccio.

Arriva Eva che canta “L’ultimo bacio” con Carmen Consoli. Dirò una cosa impopolare ma trovo la voce della cantautrice siciliana fastidiosa quanto i dolori mestruali.
Nota di merito all’abito di Eva, nero, dritto, molto chic. Stylist di Gaia, mi state leggendo?

Soler invita Eva a cogliere questa occasione per brillare sul palco.
Dite allo spagnolo che Eva ha luccicato in tutte le puntate più delle giacche di Tommassini.
Mentre Agnelli fa un appello perché si rivaluti la musica italiana io guardo la sua maglia con Shakespeare, poi guardo Eva, poi riguardo Shakespeare e poi di nuovo Eva.
Flash: hanno la stessa pettinatura!

Arriva Roshelle che canta “Rockabye” con i Clean Bandit.
La band numero uno nelle classifiche ingabbiati in un cubo luminoso.

Agnelli, che teme Roshelle in vista votazioni, cerca di spararle nei piedi criticando la sua esibizione. Arisa inizia dicendo “ciao tesoro” e quando fa così ci sono mazzate in vista. Sostiene che quello di Roshelle non sia stato un duetto ma che i Cillit Bang (io avevo capito si chiamassero così) sia siano esibiti per lei. Soler si spende un “bueno”, ne ha 1 a puntata, e Fedez difende la cantante annunciando che il suo inedito è il più venduto di questa edizione.

Nonostante questo, e con mia grande sorpresa, il minipony rosa con la ricrescita (che ho scoperto essere super cool) esce: fuori Roshelle dalla finale.

Arriva il Liga che canta “G come guerra” e “Balliamo sul mondo”, è onestamente impossibile non mettersi a saltare come dei tarantolati. Ma io sto mangiando un Eclair al cioccolato fondente, mi spiace.

X Factor – 2° Manche, gli inediti

Parte Eva con la sua “Voglio andare fino in fondo”.
Mi ricorda Modugno e Mina e una Rotonda sul mare e soprattutto che forse questo titolo le porterà un po’ sfiga.
Arisa e il suo “sei una probabile vincitrice” fanno il resto.
Veniamo a sapere che la nonna di Fedez tifa per Eva.
Agnelli spiega nuovamente tutti gli ingredienti della canzone e Soler, non avendo più a disposizione il “bueno”, conclude con “kinder cereali”.
Sullo sfondo i disegni dell’artista Tellas, sul palco i Soul System e il loro “She’s like a star”.
Fedez e Agnelli, che ascolterei volentieri, non sanno più cosa dire.
Gli altri due, che dovrebbero stare zitti, parlano: Arisa esprime un nuovo concetto “potreste essere i papabili vincitori”, Soler annuncia che a Marzo inizierà un tour coi Soul System.
Cosa devono sentire le mie povere orecchie.

La manche si conclude con Gaia e la sua “New Dawns”, nonostante i 19 anni si muove sul palco come una vera star. Roba che io alla sua età padroneggiavo giusto lo zerbino di casa.

Il verdetto della seconda manche manda a casa Eva. Cosa avevo detto?

X Factor – Il duello finale

Duello finale tra Gaia con un medley di “Human”, “Piece of my heart” e “Lean On” e i Soul System con un mix di “Gravity”, “Gold Digger” e “Can’t hold us”. Non ho parole per l’esibizione del gruppo. E nemmeno per il vestito di Gaia. Sicuri non sia una testimonial di Tempo Test?

Tornano gli One Repubblic con “Let’s Hurt Tonight”, io mangio il secondo Eclair.

Liquidati come si fa con la gramigna, ecco il verdetto finale: il vincitore della decima edizione di X Factor sono i SOUL SYSTEM!

Bravissimi ragazzi, se chiudete Soler in camerino vengo a vedere un vostro concerto!