Siamo nell’era digitale, dove il conformismo diventa sinonimo di bellezza e la sensualità è svestirsi. Ma c’è ancora qualcuno che vede nella sperimentazione estetica un modo per sfruttare tutta la conoscenza e la storia della moda degli ultimi decenni. Insomma, quando la moda è una forma d’arte, i concetti appartenenti ad altre espressioni artistiche si fondono, per creare qualcosa di nuovo. Questo vale per Kim Hongbum e il suo marchio Cres. e Dim., acronimo di “crescendo e diminuendo”, due termini che in gergo musicale significano l’aumento e la diminuzione graduale dell’intensità dei suoni. E guardando i modelli della collezione ss2015, l’impressione che scaturisce è un sali-scendi di energia nei materiali e nei tagli di gonne, cappotti e tute. Il brand si propone di elaborare uno studio sulle forme del corpo, da accompagnare attraverso linee evidenti e consistenze nette e decise. Influenzato in questo da Alexander Wang e Balenciaga, Kim attira la nostra attenzione attraverso un’elaborazione che fonde ricerca, architettura ed estetica.

cres_e_dim_cosebelle_2

cres_e_dim_cosebelle_3

cres_e_dim_cosebelle_4

cres_e_dim_cosebelle_1

cres-e-dim_cosebelle_6