Ogni anno, già dall’inizio di febbraio le riviste non fanno che propinarci ricette con cibi afrodisiaci per risvegliare gli ormoni sopiti dal freddo. Dopo qualche ricerca ho scoperto che tutto nasce da una affascinante contessa italiana del XV secolo: Caterina Sforza che, appassionata di alchimia e bellezza, scrisse un ricettario con consigli per le cure del corpo con intingoli, frutti e spezie del Medioevo. Ho quindi deciso di cucinare un frutto che Caterina Sforza, a causa di ovvi problemi cronologici, non conobbe mai, ma che sicuramente avrebbe utilizzato per le sue ricette: l’avocado. Questo frutto dalla polpa burrosa e vitaminica venne considerato talmente buono e godurioso che nel 1935 fu brevettato (sì è assurdo!) da un postino americano. Questa meraviglia sudamericana abbinata alle crepes francesi e il salmone norvegese creano la sfiziosa ricetta di oggi:

Crepesavocadoesalmone_Cosebelle_01

Ingredienti per il ripieno:
-1 avocado maturo
-1 vaschetta di salmone affumicato
-1 scalogno
-succo di lime (o limone)

per le crepes:
-3 uova
-250 gr farina
-1/2 latte
-40 gr di burro
-sale

Crepesavocadoesalmone_Cosebelle_00

Lavorate con il minipimer farina, pizzico di sale e il latte e appena il composto diventa liscio metteteci le uova e il burro sciolto. Scaldate dell’olio o una noce di burro in  una padella antiaderente, metteteci una mestolata di composto e appena vedete che ai bordi fa le bollicine (o circa 2 minuti) girate la crepes.

Pulite l’avocado, prendete la polpa e schiacciatela con la forchetta in una terrina, aggiungeteci olio, scalogno, sale, pepe, succo di mezzo lime e un peperoncino. Se desiderate una crema più liscia passatela al minipimer!
Appena saranno pronte tutte le crepes, mettete una base di crema all’avocado e una fetta di salmone, arrotolate il tutto e servite!