L’amore non ha età. La dolcezza neanche. E un pacchetto delle sue caramelle preferite è un regalo di San Valentino dolcissimo. Soprattutto quando hai 4 anni…

PastiglieLeone_cosebelle_01

Ci sono caramelle che raccontano storie d’amore. Amore per gli ingredienti di origine naturale, come la gomma arabica, che nasce sulle acacie del deserto subsahariano. Amore per le antiche ricette, per i tempi (lunghi!) di lavorazione, per le cose fatte ad arte. Amore per la storia. Amore per il recupero ed il mantenimento della più alta tradizione della confetteria italiana.

Lo scorso novembre ho avuto il grande privilegio di conoscere Guido Monero e visitare con lui e sua figlia Daniela lo stabilimento di Collegno (Torino) una vera eccellenza italiana che prende il nome di Pastiglie Leone (vi ricordate queste foto, vero?).

Pastiglie 2

PastiglieLeone_cosebelle_03Pastiglie 1

Mi hanno raccontato dei loro numeri: 158 anni, 3 milioni di inconfondibili scatoline vendute ogni anno ed oltre 300 varianti di prodotto. Dei loro ingredienti e dei loro macchinari, alcuni che risalgono ai primi del Novecento e sono stati recuperati dopo lunghe ricerche. Del latte e della panna fresca che arrivano tutte le mattine perché “Il latte in polvere? No!“. Delle ricette dedicate a Caterina D’Asburgo e scritte in perfetto dialetto piemontese. Mi hanno mostrato come nascono le pastiglie, le gelatine, le gommose, la loro cioccolata. E da ogni parola si poteva respirare la loro passione e la felicità di portare avanti un’azienda che è anche un sogno. Insomma, una storia d’amore.

Pastiglie 4 Pastiglie 5 Pastiglie 7

Non ho ragione a pensare che siano un regalo di San Valentino perfetto?

 

Pastiglie Leone è anche su Facebook,  Instagram, Twitter e Pinterest!