Si collocano in un ambito specifico delle progettazione architettonica le milanesi Sabrina Lanza, Federica Sala e Alessandra Giardina, mente e cuore di InteriorBE: il loro studio infatti, tutto al femminile, opera nella progettazione via web, sfruttando il potenziale della rete, indipendentemente dalla collocazione geografica dei committenti, per interventi destinati ad appartamenti, uffici e negozi. Tra i punti fermi del loro stile c’è la preferenza per finiture e manufatti Made in Italy e la scelta di abbracciare la via del coworking nella pratica lavorativa quotidiana.

Le abbiamo scelte per l’ultimo incontro, prima della pausa estiva, con le giovani designer e architetto d’Italia, un “viaggio” attraverso il quale abbiamo conosciuto Cristina Celestino, Serena Confalonieri ed Elena Salmistraro di Ambrosiana, Carlotta Maranesi e Antonietta Bavaro dello studio archub e Ilaria Innocenti: attraverso queste quattro interviste abbiamo aperto un varco su realtà eterogenee, tutte attive in questi anni in Lombardia, che si misurano con i temi nella progettazione architettonica e del product design  con visioni e metodi diversi.
Riprenderemo a settembre con tappe nel resto d’Italia!

COSEBELLE MAG INCONTRA InteriorBE_CosebelleMagaz

Il team di InteriorBE: da destra Alessandra Giardina, Sabrina Lanza e Federica Sala

Cosebelle Magazine: Federica, Sabrina, Alessandra, come da nostra “tradizione” lasciamo a tre vostre preferenze il “compito” di presentarvi. Che ne dite di indicarci una città, un/una progettista di riferimento e un edifico/intervento temporaneo ai quali vi sentite legate?

InteriorBE – Federica:
Città: New York per il mix di cultura architettonica presente e per il potere che ha di farti sentire a casa ogni volta che la visiti.
Progettista: Antonio Citterio, per l’essenzialità mai banale e scontata e la cura del dettaglio.
Edificio: Chrysler Building.

InteriorBE – Sabrina:
Città: Parigi, per l’eleganza e la raffinatezza di pensiero ed il patrimonio artistico, storico e culturale.
Progettista: Achille Castiglioni, per il suo approccio responsabile ai complessi problemi del design, descritto anche in questa citazione: “La componente principale di progettazione è quel momento specifico di ricerca che praticamente racchiude la volontà di dar risposta a una determinata caratteristica funzionale piuttosto che a una determinata caratteristica formale, piuttosto che a una determinata ricerca di tipo espressivo-comunicativo
Edificio: La Casa sulla Cascata di F.L. Wright, emblema della ricerca dell’armonia fra individuo e spazio architettonico e fra questo e la natura

InteriorBE  – Alessandra:
Città: Praga
Progettista: Luigi Mattioni
Edificio: Torre Breda. Grattacielo, come simbolo del modernismo e della città che si sviluppa verso l’alto.

COSEBELLE MAG INCONTRA InteriorBE_CosebelleMagazine_05

COSEBELLE MAG INCONTRA InteriorBE_CosebelleMagazine_01

CB: Da quanto tempo lavorate insieme? Come è organizzata l’attività all’interno del vostro studio?
InteriorBE: Sabrina e Federica lavorano assieme alla start up da quasi 1 anno e mezzo, la collaborazione con Alessandra è iniziata successivamente, a ottobre dello scorso anno, per ampliare e sviluppare il settore estero del progetto. InteriorBe opera prevalentemente attraverso i computer e la rete: abbiamo deciso di legare la professione dell’interior designer al mondo dell’on-line eliminando tutte le barriere geografiche legate al territori. Abbiamo una unica sede fisica in zona Isola a Milano presso StartmiUp, in Via Confalonieri 36. Abbiamo scelto il coworking perchè è in linea con la nostra filosofia del contenere al massimo i nostri costi in modo da poterne far beneficiare anche al cliente finale al quale offriamo la massima qualità del servizio a prezzi assolutamente accessibili. Qui ci ritroviamo due-tre volte alla settimana per gli aggiornamenti e discutere principalmente circa l’evoluzione dei progetti in atto, ma soprattutto incontrare nuovi fornitori e partner, incontrare il team che si occupa di marketing e communication e pianificare strategie ed implementazioni utili alla crescita della nostra start up.

CB: Tra le vostre realizzazioni, ci sono molto appartamenti privati, alcuni spazi per il commercio e uffici. Oltre alla preferenza per le finiture 100% Made in Italia, ci sono altri tratti distintivi dei vostri intervento?
InteriorBE: Nel corso degli anni abbiamo maturato un’esperienza di progettazione degli spazi nella loro totalità: i nostri progetti partono sempre da un attento e profondo studio della situazione esistente per giungere – attraverso una ricerca di equilibrio, di proporzioni e di armonia fra le parti, fra i percorsi, i volumi, le luci e gli arredi – ad una suddivisione razionale degli ambienti che risponda alle richieste e alle esigenze dei clienti.
Siamo in grado di seguire lo sviluppo dei progetti con dedizione e meticolosità, attraverso una scelta accurata dei materiali e delle finiture di ogni singolo ambiente, curando gli accostamenti cromatici, dai pavimenti ai rivestimenti sino alle tinteggiature materiche delle pareti, con l’obiettivo di creare un filo conduttore fra tutti gli spazi e un involucro armonico che accolga gli oggetti d’arredo e i mobili, sia di serie che progettati su misura.
La passione per questo lavoro e la curiosità professionale ci portano ad una continua ricerca, ad un costante aggiornamento e ad un continuo confronto e relazione con ingegneri, designers, artigiani, carpentieri, falegnami, tappezzieri, decoratori e tanti artisti, affermati o emergenti, con i quali lavorare, pensare e creare.
Una progettazione, dunque, a 360° al servizio del cliente e che il cliente può ritagliarsi “su misura” attraverso la scelta dei nostri “Book di progetto“: da consulenze sul semplice rinnovo di singoli ambienti fino a soluzioni progettuali “chiavi in mano” che, attraverso la rete dei nostri local architect, prevedono la realizzazione dell’opera in ogni sua fase.

COSEBELLE MAG INCONTRA InteriorBE_CosebelleMagazine_02

COSEBELLE MAG INCONTRA InteriorBE_CosebelleMagazine_00

CB: La nostra è una redazione tutta al femminile e consideriamo questo aspetto un punto di forza. Per voi cosa significare “fare team tra donne”? È una scelta o una casualità?
InteriorBE: La casualità iniziale si sta sempre più trasformando in una scelta: anche le ultime partner acquisite sono donne!! Fare team tra donne significa fare gioco di squadra, mettersi costantemente in discussione, permettere al nostro istinto di mettersi in gioco, condividere i modi di essere e le sensibilità affini accettando anche le diversità per fare la differenza: come diceva Coco Chanel “Per essere insostituibili, bisogna essere diversi”.

CB: Immaginate di avere la possibilità di lanciare proposte per incidere positivamente sulla condizione professionale delle colleghe architetto/designer in Italia: su quali fronti interverreste?
InteriorBE: Sicuramente sull’informazione, sull’ aggiornamento professionale e sulla capacità di reinventarsi, rimettendosi in gioco.

COSEBELLE MAG INCONTRA InteriorBE_CosebelleMagazine_04

CB: Una cosabella?
InteriorBE: Il mare!! si può dire che arrivate in questo periodo dell’anno ne avremmo veramente bisogno?! 🙂

__
InteriorBE
  è anche su facebook | Twitter | Pinterest | Instagram