Il 25 e 26 ottobre a Milano, presso il ritrovato spazio della Galvanotecnica Bugatti, si terrà The Love Affair, un evento bello dedicato al matrimonio. Una fiera non convenzionale ricca di ispirazioni e proposte per chi desidera, per il giorno del sì, una festa originale e piena di personalità. Per scoprire meglio di cosa si tratta, abbiamo intervistato il team (Cristina Di Giovanna di Le jour du oui, Sofia Barozzi di Il Profumo dei fiori, Elisabetta Marzetti, Ludovica Febbroni di V As LoveCarolina Rimondi e Arabella Marsili di Caratterino), ma non solo: nelle prossime settimane incontreremo alcuni degli espositori selezionati alla scoperta di sogni e giovani creativi italiani.

TLA_banner_2560x948

CB: Finalmente arriva anche in Italia un evento dedicato al matrimonio creativo che lascia spazio all’originalità e alle cose belle fatte a mano. Come nasce The Love Affair e a chi si rivolge?

The Love Affair: The Love Affair nasce dall’esigenza di creare uno spazio dove coppie e fornitori creativi potessero incontrarsi, un luogo dove chi fa davvero parte del mercato wedding possa mostrare la propria proposta adatta a tutte le tasche. Eravamo abbastanza stufe delle solite fiere con i soliti noti dalle proposte trite e ritrite. Così ci siamo sedute a tavolino e abbiamo deciso di dare vita a The Love Affair grazie anche all’esperienza passata con Wedding Factory. Ci rivolgiamo a giovani coppie, ma anche creativi e operatori del settore. In particolare per questi ultimi ci sarà una tavola rotonda molto interessante a cui partecipare.

CB: L’idea della manifestazione, così nuova per il nostro Paese, è legata a qualche appuntamento internazionale a tema wedding?

TLA: L’idea dell’evento è legata sicuramente a manifestazioni internazionali come il The Cream di Los Angeles, che ogni anno lancia le nuove tendenze del mondo wedding targato US e i francesi Andy Festival e Love Ect. Ognuna di queste manifestazioni ha una propria identità molto forte e racchiude i più originali vendors del momento. Questo genere di eventi sono molto importanti anche per gli operatori di settore che hanno modo di incontrarsi e scambiare riflessioni sul mercato e sulle tendenze.

TheLoveAffair_Cosebelle

CB: I matrimoni d’oltreoceano, per esempio, sono spesso più attenti e orientati verso cerimonie meno tradizionali e formali delle nostre, avete wedding blogs, di respiro mondiale, a cui fate riferimento?

TLA: Sembra quasi che Wedding is the New Black, il matrimonio va di moda e ogni giorno scopriamo nuovi wedding blog! Il primo che ci viene in mente Style me pretty seguito da Green Wedding shoes, Ruffled Blog, Once Wed, e Magnolia Rouge. E proprio in occasione di The Love Affair, abbiamo in mente diverse collaborazioni con wedding blogger europee. Stay tuned!

CB: Tra i fornitori selezionati, moltissimi creativi e artigiani lontani dal circuito ufficiale delle fiere di settore: come sono stati scelti? Quali caratteristiche deve avere un espositore ideale per un matrimonio in stile The Love Affair?

TLA: Non voleva essere la solita fiera commerciale dove chi paga partecipa vendendo il solito pacchetto e vince chi costa meno. Il matrimonio per noi è un momento unico ed irripetibile e così bisogna approcciarlo. Lavorando nel wedding da diversi anni sapevamo benissimo chi volevamo tra gli espositori. Vendors giovani, creativi, non convenzionali, ma professionisti. Non è la fiera del fai da te, ma vuole essere una proposta del “facciamo insieme, realizziamo un sogno con un team di professionisti“.

CB: Oggi, purtroppo, anche a causa dei costi proibitivi che comporta l’organizzazione di un matrimonio ci si sposa sempre meno. Cosa proponete ad una giovane coppia di futuri sposi che non può, o non vuole, spendere un capitale per il giorno del sì? Perchè non dovrebbero perdersi, per nessuna ragione al mondo, il vostro evento?

TLA: Innanzitutto non rinunciate a sposarvi! Non è necessario spendere tanti soldi per realizzare un bel matrimonio. In Italia la maggior parte del budget viene destinato a lunghissimi pranzi o cene. Già  solo rivedendo questo aspetto si ha un considerevole risparmio. Ad esempio si può puntare ad un aperitivo con primo servito, scegliete poi un bravo fotografo ed un onesto fiorista e affidatevi ad un Wedding Planner che riesca a coordinare tutto e controllare il budget ed il gioco è fatto. E se proprio dovete spendere tanto fatelo per un bel viaggio di nozze! Ma la cosa fondamentale è che il matrimonio deve rispecchiare la coppia in tutto e per tutto.

CB: Un’ultima domanda: cosa non dovrebbe mai mancare, secondo voi, in un matrimonio di cosebelle?

TLA: L’amore. E’ l’ingrediente fondamentale che fa funzionare ogni coppia. Quando si incontrano sposi con gli occhi che brillano allora si capisce che, come si suol dire, “comunque vada, sarà un successo”!

______________________________

The Love Affair è anche su: Facebook | Instagram | Twitter