Se questo è il vostro primo pensiero quando l’amica di turno propone l’addio al nubilato nella Perfida Albione, o quando il vostro fidanzato (che non ha mai visto Londra) vi ci vuole portare, o – ancora – quando non ci credete che a Londra è sempre tutto nuovo e volete vederla di persona, ecco una mini lista di cose da fare se è la vostra seconda (terza, quarta, quinta…) volta nella capitale inglese, Tate Modern inclusa.

Maltby Street Market – Zona Bermondsey/London Bridge

Cos’è un viaggio a Londra senza… uno street food market? Vietato addentrarsi in questo piccolo mercato se non si ha una fame da lupi. Ci si perderebbe il meglio. Si tratta solo di una vietta, ma quando la attraverserete e vedrete i pentoloni di paella, le torte, i panini al pulled pork, i wok… vi sbaveranno anche gli occhi. Tra gli stand temporanei, i caffè e ristoranti fissi, c’è l’imbarazzo della scelta. Da non perdere il negozio di arredamento vintage sotto le arcate, e il laboratorio di gin con mini degustazione e visita (sotto prenotazione).

Churchill Museum e Cabinet War Rooms – Zona St James’ Park

Cos’è una visita a Londra senza un museo? Questo – ahimè – è stranamente a pagamento, però fidatevi, ne vale davvero la pena. Immaginate di scendere sotto terra ed entrare nelle stanze segrete da cui Churchill e la sua equipe dirigevano la guerra mondiale. Prendete le audioguide e immergetevi nell’atmosfera degli anni 40, con le sue camere da letto, le sale riunioni, la cucina proprio com’era una volta, la sala “dei telefoni”, e la sala mappe, con le puntine colorate che indicano gli avanzamenti delle truppe nemiche e alleate. Da brivido.

Seven Dials e Neal’s Yard – Zona Covent Garden

Cos’è una visita a Londra senza… shopping? Ma stavolta scordatevi la folla asfissiante e i figdget spinner di Oxford Street: cercate invece queste sette viette pedonali a raggiera: vi troverete un sacco di negozi, da Diesel ad Urban Outfitters, da Benefit a Cath Kidstone (quell’inglesità che o si ama o si odia), oltre a tanti negozietti indipendenti, caffè e posti carini. Cercate il famoso Neal’s Yard: girato l’angolo rimarrete a bocca aperta nel vedere questo vicoletto coloratissimo con tanto di vinoteca e pizzeria (combinazioni ardite, ma non male – niente ananas, tranquilli) e lucine, lucine a profusione, lucine dappertutto, ah le lucine! Se poi vi viene fame, uscite dal labirinto e mangiate un fish and chips da Rock&Sole Plaice, uno dei più buoni della capitale.

Sky Garden – Zona Monument/City

Cos’è una visita a Londra senza… la vista gratis dall’alto di tutta la città? Immaginate una serra-giardino al trentacinquesimo piano di un grattacielo della City: si tratta di 20 Fenchurch Street, altrimenti detto “il Walkie Talkie”, per la forma che lo caratterizza (lo riconoscete in tutti gli skyline di Londra, passo e chiudo). Se prenotate con due/tre settimane di anticipo per il weekend, potrete salire gratis e godervi il panorama mozzafiato sulla terrazza a 360 gradi. Per poi fare colazione al bistrò tra felci e palme.

Zetter Townhouse Zona Marble Arch/Marylebone

Cos’è una visita a Londra senza… un cocktail eccentrico? Immaginate un salotto di una casa inglese dell’800, con pesanti tendaggi, specchi dalle dimensioni sfacciate, poltrone e salottini dove affondare mentre sorseggiate un cocktail originale preparatovi da un barman premiatissimo. E se non siete in vena di cocktail, sappiate che fanno anche il tradizionale Afternoon Tea. Questo è il Seymour’s Parlour presso lo Zetter Townhouse. Un posto dove anche i bagni sono bellissimi (provare per credere).

Brompton Cemetery – Zona Kensington/Fulham

Cos’è una visita a Londra senza… un parco? Il Brompton Cemetery, come avrete capito, era un cimitero, ed ora fa parte dei Royal Parks. È molto suggestivo, e fa un certo che passeggiare tra le lapidi e vedere gente che fa running e scoiattoli che si arrampicano sulle tombe come se niente fosse. Ma se avete la fortuna di andare in autunno o in primavera, l’atmosfera sarà unica. È qui che è sepolta Emmeline Pankhurst, politica, attivista e mente del movimento per il diritto di voto alle donne.

River Bus sul Tamigi

Se poi volete proprio fare un ripassone di ciò che avete già visto, fatelo in barca. Ma non fatevi fregare: niente crociera turistica, prendete il River Bus di TFL (la compagnia che gestisce la metro): potete salire al Westmintser Pier e arrivare fino a Greenwich: vedrete i fondamentali di Londra da un punto di vista insolito, e pagherete tra i £3.90 e i £7 passando ai tornelli direttamente la vostra Oyster (proprio come se foste in metro) o carta di credito contactless. Non c’è alcuna guida, ma in compenso sottocoperta c’è il bar!

londra

Tutto questo naturalmente deve essere benedetto da un tempo clemente, perché come si sa, il motto di Londra non è esattamente “lu sule, lu mare, lu ientu”. Quindi qualunque cosa sceglierete di fare, armatevi di giacca adeguata, sciarpa tattica e scarpe comodissime. Instagrammate tutto e menatevela, perché siete nella città più brillante d’Europa. Brexit permettendo…