Le infografiche dal vero di Jotun sono la prova che Photoshop non è la soluzione a tutto, nella vita.

colour_space_cosebelle1

colour_space_cosebelle2

Quando inizi a usare Photoshop, di solito ci vuole un po’ di tempo prima che i tuoi amici smettano di chiederti se puoi farli sembrare più fighi nelle foto delle vacanze, o di taroccargli il certificato medico per iscriversi in palestra. E quando si placheranno, puoi essere certo che l’ombra di Photoshop non cesserà mai di seguirti: passate le richieste assurde, infatti, sarà la deformazione professionale a tormentarti, facendoti bloccare davanti ad ogni foto chiedendoti quali siano ritoccate e quali no.

colour_space_cosebelle3

colour_space_cosebelle4

Il fatto è che ormai siamo abituati a pensare che tutto sia finto, postprodotto, come se non fosse possibile creare qualcosa di bello senza passare per il computer. Ma Peter Ørntoft è uno che di infografiche contestualizzate se ne intende, ed anche questa volta, insieme a Mie Frey Damgaard, ha scelto di rappresentare dei dati seguendo la strada meno banale: in collaborazione con Jotun, società leader nel campo delle vernici, infatti, ha prodotto una serie di grafici sul colore di grande impatto, e certamente dalla realizzazione non scontata.

colour_space_cosebelle5

colour_space_cosebelle6

Sarebbe stato più facile, probabilmente, postprodurre le foto direttamente a computer; ma non sempre la strada più rapida e scontata è quella che premia: in questo caso, ci saremmo persi le bellissime foto scattate da una prospettiva diversa rispetto a quella frontale, e non avremmo di certo apprezzato questo lavoro come facciamo ora, consapevoli dello sbattimento che deve aver comportato. Sbattimento, tra l’altro, documentato in questo video di backstage:

colour_space_cosebelle7

colour_space_cosebelle8

Quali sono i colori più usati in casa, dal salotto alla stanza da letto, dalla cameretta dei bambini alla cucina? Questo l’interrogativo a cui i grafici, dopo aver raccolto le informazioni su Pinterest, hanno cercato di dare una risposta. Sicuramente molto più creativa ed esaustiva di quella che darete voi, alla prossima richiesta di togliere il brufolo sul mento dalla foto del profilo di vostra zia.
Buona visione!