A Berlino abitano tantissimi italiani, non é un mistero.

Ma anche questa volta non ho voglia di parlare di loro. Mi sembra più interessante raccontare la storia di Lore Krüger, una fotografa tedesca celebrata in questi giorni presso il C/O Berlin, il celebre Museo della Fotografia insediato da pochi mesi nella Amerika Haus, a due passi dalla fermata di Zoologischer Garten.

Il ritrovamento di una valigia contenente foto originali scattate nel decennio 1934-1944 ha fornito il pretesto per organizzare questa retrospettiva dedicata a una donna che, probabilmente in uno dei periodi piú difficili della sua esistenza – quello della fuga dalla persecuzione nazista, ha saputo sviluppare un raffinato senso estetico e di sperimentazione fotografica.

lore_krueger_key_visual_0

Ritratto di Lore Krüger, 1935 © Florence Henri/Nachlass Lore Krüger/Courtesy Galleria Martini & Ronchetti, Genoa, Italy

selfportrait

Autoritratto © Lore Krüger

Attraverso circa 100 scatti in bianco e nero è in qualche modo possibile rivivere la perigrinazione di Lore Krüger in Francia, Spagna, America, attraverso gli sguardi incrociati dalla sua macchina fotografica, che immortala modelli in studio ma anche zingari per strada; la stessa macchina che la accompagna nei primi esperimenti fotografici astratti del periodo.

Gitani, 1936 © Lore Krüger

Gitani, 1936 © Lore Krüger

Fotogramma, 1942 © Lore Krüger

Fotogramma, 1942 © Lore Krüger

Modella, artista, intellettuale, attivista: Lore Krüger è stata una di quelle donne che ha fatto sentire la sua voce in un mondo che non aveva ancora orecchie per voci femminili.

Uno di quegli esempi da tenere a mente quando si crede di non avere la forza necessaria per affrontare certi ostacoli o quando non ci sembra chiaro il significato della parola coraggio.

Lore Krüger. Ein Koffer voller Bilder

C/O Berlin – Amerika Haus . Hardenbergstraße 22–24 . 10623 Berlin

Aperto tutti i giorni dalle 11 alle 20 fino all´8 aprile.