Quando grazie a un link di Facebook scopri che l’autore degli scatti che ti piacciono tanto del Kitsune Journal è un amico (di un amico, di un amico…), di un TUO amico, ti ritrovi per la prima (e probabilmente anche ultima) volta a ringraziare la perversa logica zuckerberg-iana. E così, noi Cosebellers abbiamo colto al volo l’occasione di intervistare Clément Pascal, fotografo francese trapiantato nella Grande Mela, con all’attivo numerose collaborazioni con Monocle, Dazed, Sang Bleu, Maison KitsuneCorduroy Magazine, METAL Magazine, The New Order Magazine, e molti altri.

clement pascal fotografia moda new york paris

Self-portrait

Giulia Milza: Nella tua bio leggiamo che sei nato a Parigi “in the glorious ‘80s when graffiti was in its prime”. La street art è una tua fonte di ispirazione?
Clément Pascal: Non più. Ho fatto tantissimi graffiti quando ero più giovane, e ancora prima di farli mi affascinavano quelli che vedevo intorno a me. La street art ha decisamente contribuito a rendermi ciò che sono, ma non direi affatto che è una fonte di ispirazione per il mio lavoro fotografico.

GM: In your bio we read that you were born “in Paris, in the glorious ‘80s when graffiti was in its prime”. Does street art inspire you?
CP: It doesn’t really inspire me anymore. I did a lot of graffiti when I was young and even before that I was always fascinated by the graffiti I saw everywhere around me. So it definitely contributed to make me who I am, but I can’t say that it’s an inspiration at all in my photographic work.

clement pascal moda fotografia alice aufray

Alice Aufray for Metal Magazine. Styling by Alpha Vomero

GM: Raccontaci della tua prima macchina fotografica. Quando hai realizzato che la fotografia era la tua passione?
CP: La prima macchina con cui ho iniziato a giocherellare era una polaroid. Fotografavo di tutto: il mio gatto, mia sorella, le cose in giro per casa… Mi meravigliava che i miei scatti si trasferissero istantaneamente su carta. Penso di aver realizzato che la fotografia era la mia passione quando vivevo in Senegal. In quel periodo ho iniziato a scattare quotidianamente.

GM: Tell us about your first camera. When did you realize shooting photography was your passion?
CP: I guess the first camera I played with was a polaroid. I would take pictures of everything with it; my cat, my sisters, things around the house… I was just so amaze that what I shot would instantly on paper. I think I realized that it was my passion when I was living in Senegal. That’s where I really started shooting everyday.

clement pascal fotografia our legacy new order magazine

Micky Ayoub in a Our Legacy editorial shot for The New Order Magazine. Styling by Lilli Millhiser

GM: Cosa ti attira del mondo della moda, in qualità di fotografo?
CP: La moda è alla base di tutto, tranne quando scatti dei nudi, immagino. Una foto sarà sempre migliore se il modello è ben vestito, una donna risulterà più bella. Sono sempre stato interessato a questo mondo, persino prima di diventare un fotografo. Mi piacciono le cose belle, che richiedono un sacco di passione per essere create.

GM: What about fashion attracts you as a photographer?
CP: It’s the base of everything, except if you shoot nudes I guess. A shot will always be better if the model is well styled, a women will be more beautiful. I’ve also always been interested in fashion, even before I was a photographer. I just like beautiful things that demand a lot of passion to create.

clement pascal maison kitsune moda

Kitsune editorial in The New Order Magazine

GM: Sai che siamo grandi fan di Maison Kitsune e che stiamo morendo dalla voglia di sapere TUTTO sulla tua collaborazione con il brand!
CP: Lavoro con loro regolarmente, sono persone fantastiche. Tutto è nato dopo un editoriale che ho curato per The New Order Magazine. Prima ho scattato per loro le immagini stampa del nuovo negozio di New York, poi ho iniziato a fare un sacco di fotografie per il Kitsune Journal. Adoro collaborare con loro.

GM: You know we are big fan of Maison Kitsune and that we are eagering to know EVERYTHING about your collaboration with them!
CP: I work with them regularly, they’re really fantastic people. I started to work with them through an editorial I shot for The New Order Magazine. After that I shot the press images of their newly open shop in New York City, and then started shooting for Kitsune Journal a lot. I love working with them.

clement pascal hustle metal magazine

Bradley Soileau in Hustle for Metal Magazine

GM: Facciamo un gioco: scegli una foto per te significativa e raccontaci tutto, da cosa si nasconde dietro la sua realizzazione al perchè l’hai scelta.
CP: Va bene, forse questa immagine che ho scattato per Metal Magazine di Bradley Soileau con in mano un piccione. La storia è intitolata “Hustle” perchè volevo ritrarre una coppia di amici che non sono cattive persone, ma neanche buone. E’ liberamente ispirato a Mean Streets di Scorsese nella relazione tra i due personaggi, e a Fronte del Porto di Elia Kazan, il film nel quale Marlon Brando alleva amorevolmente dei piccioni viaggiatori. Mi piace l’idea che un uomo possa essere spietato ma avere a cuore ciò che qualcun altro potrebbe trovare insignificante, come gli uccelli. Non è stato facile trovare un uccello, ma la mattina dello shooting il mio meraviglioso produttore Jamie arrivò con una scatola di cartone con dentro un uccello, trovato in un vecchio negozio di piccioni viaggiatori di Brooklyn. Dopo la foto, Bradley liberò il piccione sul tetto con un po’ di dispiacere da parte di tutti. Avevamo iniziato a affezionarci.

GM: Let’s play a game: pick a significant shot and tell us everything about it, from what’s behind its creation to why you chose it.
CP: Alright, maybe this image I shot for Metal magazine of Bradley Soileau holding a pigeon. The story is titled “Hustle” because I wanted to portray a couple friends that were not bad people, but definitely up to no good. It’s loosely inspired by Scorsese’s Mean Streets in the relationship between the 2 characters, and by Elia Kazan’s On The Waterfront in which Marlon Brando has a really tender relationship with his carrier pigeons. I like the idea that a man can be ruthless but still care so much about something that someone else could find insignificant, like birds. It was not easy to find a bird, but my amazing producer Jamie arrived the morning of the shoot with a bird in a cardboard box that he had bought at an old “carrier pigeon shop” somewhere in Brooklyn. After the picture, Bradley released the pigeon on the roof but everyone felt a little sad. We had all started to get a little attached to it.

clement pascal sebastian tellier post new

Sebastien Tellier in Paris shot for Post-New

GM: Un sito che visiti spesso?
CP: Post-New. Lo guardo ogni giorno. Ci lavoro in continuazione,  faccio l’art editor. E’ davvero un progetto incredibile, creato da persone meravigliose. Scatto per loro un sacco di foto, cosa che ultimamente è diventata uno dei miei passatempi preferiti. E’ un sito che mescola di tutto. Ritratti, interni, foto-giornalismo e moda allo stesso tempo. Ci sono anche molti articoli interessanti di arte, fotografia, moda…

GM: A website that you visit often?
CP: Post-New. I visit it everyday. I work for them all the time and am the art editor. It’s really an amazing project, created by amazing people. I shoot a lot of studio visits for them, which has been one of my favorite thing to do lately. It mixes everything. It’s portraits, interiors, photo-journalism and fashion at the same time. There are also a lot of interesting articles about art, photography, fashion…

clement pascal fotografia new order magazine

Paul Boche in a Kris Van Assche editorial for The New Order Magazine. Styling Lilli Millhiser

GM: Ci sveli qualcosa sui tuoi progetti futuri?
CP: Al momento sto lavorando a due diverse fanzines di miei scatti che spero di riuscire a pubblicarle presto. A parte questo, sono in arrivo un sacco di editoriali.

GM: Can you reveal us something about your future projects?
CP: I’m working on 2 different fanzines of my images at the moment and hope to be able to publish them soon. Other than that, a lot of editorials are coming out soon.

clement pascal girls fotografia

Christopher Abbot from HBO series GIRLS for Institute. Styling Lilli Millhiser

GM: Il nostro blog si chiama CoseBelle. Qual è la tua cosa bella?
CP: Mia moglie Sara.

GM: Our blog is called CoseBelle. What’s your beautiful thing?
CP: My wife Sara.

clement pascal champ magazine daniel arsham

Daniel Arsham on the cover of the new issue of Champ Magazine

Foto © Clément Pascal