I frollini che sanno di pasticceria

Il primo aroma che si percepisce è di scorza di limone. A seguire, arrivano il sapore delicato della mandorla e la consistenza friabile della pasta frolla. Un equilibrio perfetto di semplicità e raffinatezza – tipico dei biscotti da pasticceria – che rende questi cerchietti perfetti per accompagnare il tè o da sgranocchiare a colazione, quando si ha voglia di viziarsi un po’.

Ingredienti

250 g di farina bianca 00

130 g di zucchero semolato

130 di mandorle tritate

130 g di burro

4 tuorli

4 cucchiai di panna fresca

1 pizzico di sale

Scorza grattugiata di 2 limoni

Per decorare

1 tuorlo

2 cucchiai di latte

4 cucchiai di mandorle tritate finemente

Mettiamo la farina sulla spianatoia, facciamo un incavo nel mezzo e aggiungiamo lo zucchero, il sale, i tuorli, la panna, la scorza grattugiata dei limoni e le mandorle tritate. Suddividiamo il burro a fiocchetti sul bordo della farina e iniziamo a impastare tutti gli ingredienti fino a ottenere una pasta liscia e omogenea.

Lasciamo riposare l’impasto avvolto in pellicola nel frigorifero per un’ora, poi formiamo dei cilindri di circa 8 cm di lunghezza con pezzettini di impasto, unendo le due estremità a ciambellina.

Disponiamo i cerchietti su una placca rivestita con carta da forno. Mescoliamo il tuorlo con il latte e spennelliamo i cerchietti, completando con una spolverata di mandorle tritate per decorare.

Inforniamo a calore moderato (180°C) per 15 minuti, facendo attenzione a non far colorire troppo i biscotti.

Chiusi in un barattolo di vetro o in una scatola di latta i cerchietti alle mandorle si conservano friabili per più di una settimana. L’unico problema è che un cerchietto tira l’altro ed è già molto dura farli arrivare al giorno dopo…