Perché anche senza mazzabbecco puoi avere la vitamina C

Metti che è arrivata la primavera e a Firenze si sfiorino i 20°. Metti che hai provato a usare il Bravo Simac di tua mamma classe 1988 ma ti ha fatto una pernacchia appena hai provato a infilarci una carota. Metti che in tutto il vortice di è quasi estate – prova costume – farò la brava – meno ciccia più sali minerali tu abbia deciso di affidarti alla frutta.

Ecco la soluzione. La centrifuga lo-fi (e un po’ anche low profile) che parte come un frullato e poi si trasforma come vuoi.

Ingredienti:
Kiwi
Arance
Lime
(zucchero di canna a piacere se proprio non resisti)

Sbuccia tutta la frutta, tagliala in due e frulla l’arancio con il kiwi

Aggiungi il succo di uno spicchio di lime e, se vuoi, un po’ di zucchero di canna per addolcire

Il frullato è fatto. Ma aspetta. Se quei semini (anche se molto bellini, ammettilo) non ti sconfinferano e hai voglia di qualcosa di sostanzioso ma cremoso basta passare tutto in un colino a trama sottile. Ecco la nostra centrifuga lo-fi. Avrete più scarto quindi vi consiglio di aggiungere un’arancia. Io ne ho usata prima una rossa e poi una bionda che mi ha dato un gradito quanto inaspettato effetto bicolore. Da rifare con frutta di colori diversi!