In questo gennaio 2017 parte dell’Italia è bianca, coperta di neve. L’altra metà forse la vedrà e ne sarà felice o magari, ormai lontano dall’infanzia e dalla meraviglia che provoca un mondo bianco e ovattato, si lamenterà del traffico lento e dei disagi.
In Finlandia non hanno di questi problemi. La neve e il ghiaccio e il buio sono condizioni normali durante tutto l’inverno nordico. Ma i finlandesi – e da ora anche noi con loro – aspettano la fine del mese con particolare trepidazione: il week end del 21 gennaio apriranno le porte del castello di neve di Kemi, il più grande castello di neve e ghiaccio del mondo, situato ai confini della Lapponia.

castello-di-neve-kemi

© Kaisa Siren

© Kaisa Siren

Nel 1995 venne costruito per la prima volta come regalo dall’UNICEF. Da allora ogni anno se ne costruisce uno nuovo, diverso dal precedente, utilizzando neve prodotta partendo dall’acqua di mare grazie all’utilizzo di particolari macchinari. Per costruire questo castello di neve ci si impiegano più di 5 settimane e, seguendo la tipica tradizione medievale, il forte è dotato di mura. Per far piacere ai turisti invece sono state aggiunte, negli anni, una galleria d’arte che esibisce sculture di ghiaccio – ovviamente, una cappella in cui organizzare un matrimonio da sovrani delle nevi, un hotel (dotato di una stanza riscaldata nel caso in cui non riusciate a sopportare le temperature estreme) e un ristorante che può accomodare fino a 200 ospiti.

castello-di-neve-kemi

castello-di-neve-kemi

Ci sono scivoli di ghiaccio per far divertire i bambini ma anche gli adulti, che immaginiamo canticchieranno per tutta la visita la colonna sonora di Frozen – ormai piace più a voi che ai vostri figli.

castello-di-neve-kemi

E se quest’anno non riuscirete a visitare l’inusuale castello di neve, sarà per l’anno prossimo. Anche se il nostro consiglio più spassionato è quello di andarci ogni gennaio, per ripartire nel grigio italiano e nella noia da ufficio con un po’ di magia in più.

castello-di-neve-kemi