carosellogooglehangout_cosebelle_02

Il video protagonista del Carosello di oggi è stato realizzato dall’agenzia Ogilvy di Parigi. E’ andato in onda la scorsa settimana proprio mentre in Francia si celebravano le prime nozze gay: quelle di Vincent e Bruno e a Cannes vinceva il film “La vie d’Adèle” sull’amore tra due donne.

Realizzato con l’organizzazione no-profit “Tous Unis Pour L’Egalite” , il video racconta il primo “Social same-sex marriage” ossia  dell’unione in matrimonio di una coppia dello stesso in Francia utilizzando Hangout: la video call “collettiva” di Google + che permette la connessione di 10 persone in un’unica chiamata.

carosellogooglehangout_cosebelle_01

In questo modo viene celebrato un matrimonio virtuale, dal forte valore simbolico, con tanto di parenti e amici commossi testimoni della cerimonia, presieduta da un sindaco belga (Paese in cui le unioni dello stesso sesso sono legalizzate dal 2003) e trasmessa anche tramite You Tube.

Il video è emozionante anche perché racconta la storia d’amore della coppia di sposi protagonista e potrebbe far scappare la lacrimuccia alle più romantiche.

Potrebbe sembrare una “dimostrazione” dell’uso dei social network per fini “nobili” arrivata un po’ fuori tempo ma… in Francia. Basta poi ricordarsi che in Italia siamo ancora a raccontare delle unioni di coppie dello stesso sesso degli altri Paesi, quelli vicini o quelli (anche culturalmente) lontani.

Chissà se in un “Carosello” del futuro potremo parlare di matrimoni (e basta) celebrati su Google +.

carosellogooglehangout_cosebelle_03