Quest’anno a Natale ho ricevuto in regalo una maglietta con una stampa che recita: “Home is where MUM is”. Sembra fatta apposta per me, inguaribile mammona. L’ho indossata per il primo giorno dell’anno come buon auspico di “protezione materna” contro le difficoltà che mi attenderanno. A quanto pare però non sono l’unica ad aver iniziato l’anno all’insegna della Mamma. Due spot che hanno fatto parlare tanto di sè in questi giorni, infatti, hanno come protagoniste proprio le mamme. Due tipi totalmente diversi di mamma però: quella che ci segue passo passo nel percorso di crescita e quella invece che non accetta il nostro passaggio all’età adulta. Uno spot di questi ci farà, ancora una volta, piangere, l’altro sorridere.

Procter & Gamble“Pick them back up”. Sulla scia del successo ottenuto per le Olimpiadi di Londra del 2012 (date un’occhiata qui per un ripasso), P&G si ri-propone come “Proud sponsors of mums“. Questa volta le mamme in questione sono quelle degli atleti degli sport invernali in vista delle prossime Olimpiadi di Sochi 2014. Ancora una volta “Grazie mamma” ma anche basta così, spero proprio che P&G stia lavorando a una nuova strategia per le Olimpiadi di Rio 2016.

carosellovivalamamma_Cosebelle_01

Old Spice: “Smellcome to Manhood”. Stessa agenzia pubblicitaria (W&K) ma tutt’altro tono per il brand Old Spice che per lanciare la sua nuova linea di prodotto (deodorante spray da uomo) rivolto a un target di teenager, ci racconta la disperazione delle madri che non si rassegnano a vedere i loro pargoli diventare uomini e si trasformano perciò in inquietanti stalkersInteressante in questa campagna è anche l’aspetto “educativo”. Old Spice invita i giovanotti a non esagerare con lo spray e lo fa con una simpatica e ironica infographic: nello stile del brand insomma. Gli spot prodotti per la campagna sono in totale tre.  Qui ve ne propongo uno solo, gli altri potete trovarli qui.