ikeadollhouse_Cosebelle_04Al termine della lettura di questo post  mi piacerebbe essere rassicurata (magari nei commenti) sul fatto che io e mia sorella non siamo le uniche „over 25“ che ancora si emozionano alla vista di una casa delle bambole dove esiste tutto ma in miniatura. E senza nascondermi dietro un dito è questa la motivazione principale che spiega la scelta di questo spot per il Carosello di oggi.

ikeadollhouse_Cosebelle_00

Ikea regina dell’arredamento delle case di noi comuni mortali – ha pensato bene di usare questo giocattolo-oggetto del desiderio femminile: la “dollhouse”, per raccontare la quotidianità di una famiglia composta da madre (single) e figlio (ok, a un certo punto appare anche una nonna) che vivono la loro mini-casa (One Room Paradise è appunto il titolo della campagna) e le loro vite al meglio grazie ai prodotti e alle intelligenti soluzioni salvaspazio prodotte dal marchio svedese che più o meno tutte veneriamo.

ikeadollhouse_Cosebelle_08 ikeadollhouse_Cosebelle_07

Lo spot – prodotto dall’agenzia londinese “Mother” è stato girato da attori veri che hanno indossato maschere di plastica per trasformarsi in vere e proprie “Barbie umane”. Realistico, no?

ikeadollhouse_Cosebelle_02 ikeadollhouse_Cosebelle_03

L’idea di non mostrare “classiche” famiglie felici non è nuova nella comunicazione di Ikea (vi ricordate, per esempio, di quella campagna con protagonista una coppia gay e tutto il casino che generò da noi nel 2011? ) ma mi piace sottolinearlo visto che in Italia siamo ancora rimasti allo stile famiglia “Mulino Bianco”.

ikeadollhouse_Cosebelle_05 ikeadollhouse_Cosebelle_09

E a coloro che invece si ricorderanno solo della scena in cui la madre esce la sera e torna a casa ubriaca e il figlio il giorno dopo le porta la colazione a letto perché lei ha un hangover e storceranno il naso dico che si meritano le famiglie “finte” delle pubblicità.

Detto questo vi lascio al video con la musica di Aretha Franklin e vi auguro tante belle cose per l’estate.


CREDITS

Client: Ikea
Agency: Mother, London
Director: Megaforce
Production Company: Riff Raff
Producer: Cathy Hood
Agency Producer: Ellie Gibb
Colour Grading: Paul Harrison
Flame: Judy Roberts
Post Producer: Justine White
VFX: Finish & Mathematic
Editor: Joe Guest @ Final Cut